/// Invia un contenuto >>

17 MARZO, UNITÀ D’ITALIA. 160 ANNI DOPO. MA L’ITALIA CI CONSIDERA ITALIANI?

17 Marzo 2021

Francesco Cimò

Questa è la vera domanda che occorre farsi.

Quando qualcuno si impegna per i diritti della Sicilia e si indigna per il terribile divario esistente tra il Nord e il Sud dl Paese, c’è sempre qualcun altro che è pronto a fare la domanda scema: “Ma tu ti consideri italiano?”

Sembra che i siciliani debbano sempre giustificarsi per l’amore portato alla propria terra che non ha eguali.

A questa domanda la risposta può essere soltanto una: “Certo che mi considero italiano e anche europeo, ma prima di tutto mi considero siciliano”.

Ma in verità bisognerebbe rispondere con un’altra domanda: “Ma l’Italia ci considera italiani?”

Il PIL pro capite della Lombardia è di 38.200 euro, il PIL pro capite della Sicilia è di 17.400 euro, poco più del 45% di quello lombardo. Uno squilibrio enorme che grida vendetta e il cui riequilibrio dovrebbe rappresentare il primo punto di qualsiasi programma di governo e di qualsiasi parte politica.

E rapporti numerici sostanzialmente uguali si trovano quando si confrontano i dati sul credito, sugli indici infrastrutturali, sui sostegni alle imprese, sulle dotazioni sociali come scuole, asili nido, edilizia scolastica, sull’occupazione in generale e poi femminile e giovanile, sulla spesa sanitaria e su qualsiasi dato statistico che sembra astratto, ma che in realtà è concreto e parla di persone in carne ed ossa.

E questi numeri non sono stati estratti in sfortunate lotterie, ma sono scelte precise, espressione di un sistema che parte da quel 17 marzo 1861, proclamazione di un Regno d’Italia produttore di quello squilibrio fra il Nord e il Sud del Paese fin dai suoi esordi.

Per questo la domanda “Ma l’Italia ci considera italiani?” ha bisogno di una risposta urgente in termini concreti, di fatti e non di chiacchiere.

E se non vi dispiace, questo giornale sarà disponibile a festeggiare l’Unità d’Italia (ovviamente sempre da siciliani) solo quando l’Italia sarà veramente unita e avrà risposto positivamente a quella domanda.

/// Prima pagina

/// Articoli correlati

Il tuo contenuto è stato inviato correttamente.
Riceverai l'url da condividere dopo la pubblicazione