/// Invia un contenuto >>

5 OPERAI MORTI PER GAS TOSSICI A CASTELDACCIA

ANCORA MORTI SUL LAVORO

7 Maggio 2024

Nino Piscitello

operai morti Casteldaccia

Sono morti 5 operai a Casteldaccia in provincia di Palermo a causa delle esalazioni tossiche di idrogeno solforato sprigionato dall’impianto di sollevamento delle acque reflue che erano andati a riparare.

Grave e in pericolo di vita un sesto operaio.

Operai di notevole esperienza di una ditta specializzata, la Quadrifoglio Group, che si occupava di manutenzione per conto dell’Amap, la società che gestisce la distribuzione dell’acqua e lo smaltimento delle acque reflue a Palermo e provincia.

I lavori erano iniziati il 29 aprile e consistevano nel liberare i tratti fognari ostruiti.

Sembra che il primo operaio sceso nei cunicoli non fosse risalito e un secondo operaio fosse sceso per verificare. E così via. Infine l’ultimo ha compreso che qualcosa di grave doveva essere successa e ha chiamato i soccorsi.

Non indossavano le mascherine. “Se fossero state prese tutte le precauzioni del caso tutto questo non sarebbe successo” ha dichiarato il comandante dei vigili del fuoco di Palermo.

I sindacati hanno subito indetto quattro ore di sciopero ad inizio turno per la giornata di oggi e una manifestazione alle 9,00 davanti la Prefettura in via Cavour. La scelta coinvolge tutti i sindacati. Cgil, Cisl e Uil, ma anche la Cisal.

I sindacati chiedono che vengano fatti controlli continui e a tappeto, che vi sia vigilanza sul sistema degli appalti e si punti sulla formazione dei lavoratori.

Nel 2023 vi sono stati 65 morti sul lavoro in Sicilia.

A proposito della tragedia di Casteldaccia, l’Assessora regionale al Lavoro Nuccia Albano ha dichiarato che si provvederà a rinfoltire la squadra di Ispettori del lavoro. “Ne sono arrivati 35 l’anno scorso, ne devono arrivare altri 35 e sto lavorando per fare un concorso per oltre 100 ispettori.”

Ma ovviamente purtroppo è solo dopo ogni tragedia che si riflette su quanto sarebbe necessario fare per evitarla.

/// Prima pagina

/// Articoli correlati

Il tuo contenuto è stato inviato correttamente.
Riceverai l'url da condividere dopo la pubblicazione