/// Invia un contenuto >>

ACCORDO FORZA ITALIA MOVIMENTO PER L’AUTONOMIA

LOMBARDO E TAJANI SIGLANO L'ACCORDO DEL QUALE RIMANGONO RISERVATE LE CONDIZIONI

17 Aprile 2024

Rino Piscitello

Raffaele Lombardo, Antonio Tajani, Marcello Caruso

Incontro ieri a Roma tra Forza Italia e il Movimento per l’Autonomia per ratificare l’accordo ormai definito tra le due forze politiche per le prossime elezioni europee.

Presenti il leader del MPA, Raffaele Lombardo, e il segretario nazionale di Forza Italia Antonio Tajani.

Presente anche il presidente della Regione e presidente del Consiglio nazionale di Forza italia, Renato Schifani, nonché il coordinatore regionale Marcello Caruso e il vice coordinatore Riccardo Gallo e Fabio Mancuso per il movimento per l’Autonomia.

Per Antonio Tajani, “Forza Italia prosegue nel percorso di rafforzamento delle alleanze e delle collaborazioni con le forze politiche radicate nei territori e che si muovono nel solco della tradizione e della storia del Partito Popolare Europeo. Un lavoro per dare giusta visibilità e rappresentanza alle tante realtà delle nostre regioni, in ottica unitaria e nazionale che vuole mettere a frutto le opportunità offerte dall’Europa e affermare in Europa i valori popolari e moderati.”

Alcuni passaggi di questa dichiarazione (ad esempio quello della “giusta visibilità”) lasciano intendere che l’accordo tra le due forze prevede contropartite che vanno oltre il semplice passaggio elettorale, ma questo ovviamente non verrà palesato in questo momento.

“Già nel 2014 e nel 2019 – ricorda Lombardo – avevamo sostenuto con la nostra presenza le liste di Forza Italia alle europee, ed oggi si conferma un rapporto di collaborazione politica che è frutto della grande sintonia, stima ed amicizia che mi ha legato al Presidente Silvio Berlusconi.”

Marcello Caruso sottolinea la valenza politica dell’alleanza tra Forza Italia e il Movimento per l’Autonomia “che – afferma – rafforza il ruolo di tutti i moderati all’interno della coalizione di centrodestra e getta le basi per una sempre più proficua collaborazione politica e istituzionale a tutti i livelli istituzionali.”

Anche il riferimento ad una “sempre più proficua collaborazione politica e istituzionale a tutti i livelli istituzionali” lascia intendere (al di là della cacofonia) che l’accordo prevede passaggi e compensazioni che vanno oltre la dimensione elettorale europea.

Le dichiarazioni invece tacciono rispetto a qualsiasi ipotesi di candidatura e tacendo sembrano confermare l’ipotesi di non inserimento di candidati MPA in lista e di sostegno alla candidatura di Caterina Chinnici.

/// Prima pagina

/// Articoli correlati

Il tuo contenuto è stato inviato correttamente.
Riceverai l'url da condividere dopo la pubblicazione