/// Invia un contenuto >>

ALMENO UN TERZO DI DONNE NEI CDA DELLE SOCIETÀ REGIONALI

19 Febbraio 2021

Umberto Riccobello

Avanti verso la parità di genere

L’Assemblea Regionale Siciliana ha finalmente approvato nella sua ultima seduta la norma che impone il rispetto della rappresentanza di genere nei consigli d’amministrazione delle società partecipate dalla Regione e degli enti sottoposti a controllo e vigilanza regionale.

La norma impone il rispetto delle norme del DPR n. 251 del 2012 che prevede a livello nazionale per lo stesso tipo di società che il genere meno rappresentato (cioè ad oggi sempre le donne) ottenga almeno un terzo dei componenti di ciascun organo.

La decorrenza scatta al primo rinnovo degli organi dopo l’approvazione della norma. Ma per il primo mandato basterà, per il genere meno rappresentato, un quinto dei componenti.

Alcuni continuano a sostenere che non occorrono le quote ma basta il merito.

Possiamo solo obiettare che fino ad oggi, senza quote, del merito delle donne si fa uso poco o niente.

Allora ben vengano le quote fin quando saranno necessarie.

/// Prima pagina

/// Articoli correlati

Il tuo contenuto è stato inviato correttamente.
Riceverai l'url da condividere dopo la pubblicazione