/// Invia un contenuto >>

BABY GANG. PUNIZIONI DURE E NESSUNA INDULGENZA.

APPLICARE SENZA INDULGENZA IL DECRETO CAIVANO

20 Maggio 2024

Francesco Cimò

baby gang

Uno dei ragazzini aggrediti è finito in ospedale per le ferite procurate dai calci e dai pugni degli aggressori.

Le indagini sono condotte dalla squadra mobile che sta visionando tutte le immagini delle telecamere della zona.

La situazione si è fatta davvero insostenibile. Le aggressioni in centro a Palermo sono ormai diventate un’abitudine, soprattutto nel week-end.

Due settimane fa un giovane è stato picchiato in via Quintino Sella e mandato all’ospedale di Villa Sofia con un pesante trauma facciale.

E tanti altri eventi dello stesso tipo si sono verificati nella zona tra il Politeama e il Massimo, ma anche in altri centri della Sicilia.

È necessario che su questi episodi vi sia una particolare attenzione delle forze dell’ordine.

Va evitata ogni forma di indulgenza ed applicate le nuove norme del decreto Caivano che impongono una stretta proprio sul fenomeno delle baby gang a partire dall’applicazione del Daspo urbano, dal divieto all’uso dei cellulari e dalla possibilità di applicare la misura della carcerazione.

Ogni forma di indulgenza aggrava il fenomeno, amplia la sensazione di impunità e aumenta comunque il fenomeno dell’emarginazione giovanile.

/// Prima pagina

/// Articoli correlati

Il tuo contenuto è stato inviato correttamente.
Riceverai l'url da condividere dopo la pubblicazione