/// Invia un contenuto >>

Camere di Commercio: approvato l’emendamento Prestigiacomo

13 Dicembre 2021

Rino Piscitello

Approvato l'emendamento dell'on. Stefania Prestigiacomo sulle Camere di Commercio
L’on. Stefania Prestigiacomo vicepresidente della Commissione bilancio della Camera dei Deputati

Poche ore fa è stato finalmente approvato l’emendamento 28.1 dell’on. Stefania Prestigiacomo riguardante i commissari delle Camere di Commercio siciliane.

Ha quindi perso il gruppo di potere che si era trincerato attorno ad Unioncamere Sicilia.

Operatori economici di Siracusa e Ragusa non più succubi

Imprenditori e commercianti delle province di Siracusa e Ragusa non saranno più costretti ad avere a riferimento la Camera di Commercio di Catania.

La presenza delle due province veniva infatti limitata dall’egemonia di un gruppo dirigente che non ha mai realmente compreso la necessità del decentramento.

Sparirà la Camera di Commercio del Sudest

Sparirà la cosiddetta Camera di Commercio del Sud Est e con essa decadrà il suo presidente che ha fatto per tanti anni il bello e il cattivo tempo.

Decisioni fondamentali per lo sviluppo dell’isola torneranno in mano alla Regione Siciliana come è giusto che sia.

Verrà costituita una Camera di Commercio che comprenderà le province di Siracusa, Ragusa, Caltanissetta, Agrigento e Trapani.

Si tratta di un territorio molto grande e questa è senz’altro una difficoltà, ma vi sono due punti estremamente positivi.

Nella nuova Camera le province sono di grandezza simile

Il primo aspetto positivo è che le dimensioni delle cinque province saranno equilibrate fra loro e quindi nessuna di queste fagociterà le altre.

Sarà difficile negare la quinta Camera alla Sicilia

L’altro aspetto è che questo in un tempo breve renderà ancora più complesso a livello nazionale negare la legittima richiesta della Sicilia di ottenere la quinta Camera di commercio.

Tutto questo era già legge dal luglio scorso, ma chi aveva interesse a prolungare il vecchio assetto adduceva questioni di mera interpretazione della norma.

Eliminato ogni dubbio interpretativo

L’emendamento dell’on. Prestigiacomo approvato nelle ultime ore elimina ogni dubbio interpretativo.

Trasforma i commissari ad acta delle nuove Camere di Commercio in commissari a pieno titolo, specifica che possono essere scelti anche esperti non appartenenti alla pubblica amministrazione e infine stabilisce che gli organi delle Camere di Commercio interessate decadono non appena nominati i commissari.

Nessun giochino è quindi più consentito e gli operatori economici potranno finalmente avere della Camere di Commercio più consone alle loro necessità.

/// Prima pagina

/// Articoli correlati

Il tuo contenuto è stato inviato correttamente.
Riceverai l'url da condividere dopo la pubblicazione