/// Invia un contenuto >>

CASO GREGORETTI: LEGITTIMO L’OPERATO DI SALVINI

13 Agosto 2021

Rino Piscitello

Depositate le motivazioni del non luogo a procedere

Matteo Salvini, da ministro dell’Interno nel Caso Gregoretti agì sulla base delle sue competenze e non vi fu alcun sequestro di persona.

Sono state depositate le motivazioni della decisione del Gup di Catania Nunzio Sarpietro di non rinviare a giudizio Matteo Salvini sul caso Gregoretti.

Secondo l’accusa il ministro Salvini aveva ritardato lo sbarco, nel luglio 2019, di 131 migranti dalla nave della Guardia costiera italiana nel porto di Augusta.

Nelle motivazioni della decisione si legge invece: “Si deve pervenire alla conclusione che la condotta dell’ex ministro Salvini non debba essere ritenuta penalmente rilevante, dovendosi affermare funditus che gli elementi proposti dal Tribunale per i reati ministeriali di Catania, come legittimanti il rinvio a giudizio, si sono rivelati non fondati …..” “. 

“La formula il fatto non sussiste – si legge ancora nelle motivazioni della decisione del Gup – è stata adottata perchè l’imputato ha agito non contra ius, bensì in aderenza alle previsioni normative primarie e secondarie dettate nel caso di specie.”.

“Vedere riconosciuta, nero su bianco, la correttezza del mio operato alla guida del Viminale – ha dichiarato il segretario della Lega Matteo Salvini – è fonte di grande soddisfazione. Purtroppo a settembre, per un caso analogo, sarò a processo a Palermo accusato di ‘sequestro di persona’.”

Come abbiamo più volte spiegato, da sicilianisti non siamo schierati con nessun partito specifico, pur sentendoci vicini al centrodestra nel suo complesso, ma non possiamo non rilevare che processi di questo tipo non possono che concludersi in un nulla di fatto.

Non si possono infatti spostare nelle aule di tribunale le scelte politiche operate da ministri della Repubblica.

Risulta semmai strano che a processo vada solo Salvini e non Conte e Di Maio che di quella scelta appaiono corresponsabili (a nostro parere sempre sul piano politico e quindi certamente non penale).

/// Prima pagina

/// Articoli correlati

Il tuo contenuto è stato inviato correttamente.
Riceverai l'url da condividere dopo la pubblicazione