/// Invia un contenuto >>

CENTRO PER L’IDROGENO IN SICILIA: 70 ISTANZE DI PARTECIPAZIONE

27 Aprile 2021

Francesco Cimò

La candidatura siciliana acquista forza e prestigio

Agli inizi di febbraio di quest’anno, su proposta dell’allora assessore Pierobon, il Governo Musumeci candidava la Sicilia ad ospitare la sede del Centro nazionale di alta tecnologia per l’idrogeno e varava il documento strategico con il quale veniva delineato il percorso per rendere l’isola un punto di riferimento internazionale delle ricerche sull’idrogeno.

Il 18 marzo scorso la Regione, con la nuova assessora regionale all’Energia, Daniela Baglieri, proponeva una manifestazione di interesse per soggetti interessati alla costituzione del Centro Nazionale di Alta Tecnologia per l’Idrogeno in riferimento alla candidatura della Sicilia ad ospitarne la sede.

Al dipartimento dell’Energia sono giunte 70 manifestazioni di interesse da parte dei maggiori competitor nazionali dell’energia, tra società industriali operanti nel territorio, start up innovative, enti di ricerca,  Atenei, fra cui le le quattro Università siciliane.

Compito della Regione sarà individuare i settori in cui il vettore energetico in questione può diventare competitivo in tempi brevi e verificare le aree per gli interventi che meglio si adattano a sviluppare e implementare l’utilizzo dell’idrogeno, con il contributo tecnico e scientifico che ciascun partner privato potrà trasferire con i propri progetti in una sinergica interazione pubblico-privato.

/// Prima pagina

/// Articoli correlati

Il tuo contenuto è stato inviato correttamente.
Riceverai l'url da condividere dopo la pubblicazione