/// Invia un contenuto >>

COMUNICAZIONE POLITICA, ASSOCOMPOL TORNA A CATANIA

“LA NUOVA SFERA PUBBLICA EUROPEA, LE CRISI E LE SFIDE DELLA POST-VERITÀ”.

28 Maggio 2024

Redazione

Torna a Catania dopo dieci anni, dal 30 maggio all’ 1 giugno, il Convegno di comunicazione politica AssoComPol 2024, dal titolo “La nuova sfera pubblica europea, le crisi e le sfide della post-verità”.

Attesi centinaia di studiosi e professionisti del mondo della comunicazione politica per parlare del rapporto tra sfera pubblica europea, fake news, intelligenza artificiale, TikTok e nuovi media.

A pochi giorni dalle elezioni per il Parlamento europeo, la città di Catania torna ad ospitare, dopo dieci anni, il prestigioso convegno annuale dell’Associazione Italiana di Comunicazione Politica (AssoComPol), organizzato con il patrocinio dell’Assemblea Regionale Siciliana e dell’Università degli studi di Catania e con la media partnership de La Sicilia, MeridioNews, Balena Bianca – Consulting & Events, .

Il Convegno AssoComPol 2024, che si terrà a Catania presso il Dipartimento di Scienze Politiche e Sociali (via Gravina 12) nelle giornate dal 30 maggio all’1 giugno, quest’anno porta il titolo “La nuova sfera pubblica europea, le crisi e le sfide della post-verità”.

Centinaia di ospiti e speaker nazionali ed internazionali, tra studiosi, ricercatori e professionisti sono attesi durante le tre giornate del convegno per parlare di comunicazione politica, in particolare delle numerose sfide e crisi che la sfera pubblica europea si trova ad affrontare a causa di fenomeni come la digitalizzazione e la “tiktokerizzazione”, l’intelligenza artificiale e le fake news.

Di particolare rilievo sarà la presenza della professoressa Barbara Pfetsch, docente dell’Università di Berlino, grande teorica e tra i massimi esperti internazionali di comunicazione politica, che interverrà per un keynote speech dal titolo “European Public Spheres under the influence of digital mediatization, politicization and global crises. Consequences for research in political communication”, summa del suo straordinario lavoro nella ridefinizione dei confini della disciplina.

Di estrema attualità, quindi, le tematiche che verranno trattate nelle varie sessioni del convegno, che per tale ragione, si rivolge contemporaneamente sia ad un pubblico accademico, sia ad un pubblico proveniente dal mondo della comunicazione e dei media, nonché a professionisti e ad amatori, abbracciando la città tutta.

Il programma del Convegno AssoComPol 2024 sarà così articolato nelle tre giornate:

·         La prima giornata, giovedì 30 maggio (dalle ore 15:00 alle ore 19:00 circa), prevede due sessioni in contemporanea e una tavola rotonda. La prima sessione è intitolata “Giornalismi d’emergenza. L’informazione in crisi alla prova della fiducia”, mentre la seconda verte su “Temi ed eventi della campagna elettorale. La politica nell’agenda dei media”. La tavola rotonda dal titolo “La costruzione mediatica dell’Europa. A che punto è l’Unione (quasi) 20 anni dopo. In dialogo con le idee di Carlo Marletti” chiuderà la prima giornata del convegno.

·         La seconda giornata, venerdì 31 maggio (dalle ore 09:00 alle ore 18:00 circa) prevede quattro sessioni mattutine, il keynote speech della professoressa Barbara Pfetsch e altre quattro sessioni pomeridiane. I temi trattati ci saranno i seguenti: la polarizzazione politica, il clima e sostenibilità ambientale nel discorso pubblico, la tiktokerizzazione, la comunicazione digitale, la politica virale e i meme, ancora la propaganda e l’intelligenza artificiale generativa, le strategie comunicative della destra emergente, giovani e attivismo come argine all’astensionismo elettorale.

·         La terza giornata, sabato 1 giugno (dalle ore 9:30 alle ore 13:00) prevede due sessioni in contemporanea e una tavola rotonda. La prima sessione è intitolata “Tecniche di propaganda ingegnerizzata: disinformazione e sorveglianza nelle piattaforme”, mentre la seconda è “L’agenda politica transnazionale di partiti e movimenti nel clima delle elezioni Europee”. Infine, la tavola rotonda “I climi d’opinione dell’Italia al voto per le Europee 2024” con la partecipazione di Riccardo Benetti (SWG), Domenico Giordano (Arcadia), Andrea Scavo (Ipsos) chiuderà i lavori del convegno.

/// Prima pagina

/// Articoli correlati

Il tuo contenuto è stato inviato correttamente.
Riceverai l'url da condividere dopo la pubblicazione