/// Invia un contenuto >>

DE LUCA È IL NUOVO CROCETTA.
MA I SICILIANI HANNO GIÀ DATO.

3 Ottobre 2021

Redazione

Tanti i personaggi stravaganti che decidono di fare politica

Negli ultimi decenni, sono tanti i personaggi stravaganti che si sono messi in testa di fare politica.

Nel passato avrebbero avuto difficoltà anche a fare i consiglieri di quartiere, ma adesso non hanno limiti.

La Sicilia ha già vissuto la terribile esperienza di Crocetta

Approfittando della debolezza della classe politica italiana e della voglia di vincere ad ogni costo, questi personaggi si sono fatti avanti.

La Sicilia ha superato relativamente da poco tempo la terribile esperienza di Crocetta che ha prodotto danni così enormi che avremo bisogno di molti anni per superarne gli effetti.

L’uomo della foto in mutande

E adesso si fa avanti Cateno De Luca, noto per le sue disarmanti foto in mutande, che al congresso del suo micropartito dichiara addirittura di volersi candidare alla Presidenza della Regione.

Verrebbe da dire che Crocetta e De Luca appartengano ad una stessa particolare categoria di politici i cui componenti hanno precise caratteristiche:

  • Sono egocentrici. Sanno tutto loro e sono i migliori. Gli altri falliscono sempre, loro invece hanno le ricette giuste.
  • Sono narcisi. Si amano follemente e aspettano solo che il mondo dia loro ragione e se qualcuno ha l’ardire di contestarli, si scatenano contro.
  • Sono sfascisti. Distruggono sempre le coalizioni nelle quali militano.
  • Sono demagoghi. Aspirano ad essere osannati e titillano gli istinti peggiori dei loro seguaci.
  • Sono parolai. Non smettono mai di parlare, ovviamente di se stessi.
  • Sono ambiziosissimi. Aspirano sempre alla carica più alta della loro zona.

Se vedete qualcuno così, allontanatevi subito.

Il credito ipocrita di chi partecipa alle sue iniziative

Il personaggio De Luca per di più è anche fomentato dal credito ipocrita che alcuni esponenti di partito gli danno, partecipando alle sue iniziative.

Anche il linguaggio è simile a quello che abbiamo conosciuto con Crocetta: Cateno De Luca, con una fraseologia che a volte appare difettare volutamente di equilibrio, parla di marcia di liberazione e di avvisi di sfratto come se fosse alla testa di masse popolari indignate.

E dietro le provocazioni, nulla.

Gli uomini della disperazione

Quelli come De Luca e Crocetta sono gli uomini della disperazione, quelli della protesta senza futuro, quelli ai quali ci si affida perché si è persa la speranza o perché si pensa che esistano le soluzioni facili.

E sono quindi gli uomini delle terribili delusioni.

De Luca e Crocetta sembrano l’immagine della Sicilia come la descrivono al Nord, fanfarona, sbruffona e fancazzista.

E per fortuna i siciliani hanno già dato e non potrebbero mai cascarci di nuovo.

Preferiamo gli uomini della speranza

Noi preferiamo gli uomini della speranza, le persone serie e autorevoli, quelli che si rimboccano le maniche per affrontare situazioni che non sono mai semplici, quelli che si accontentano di subire anche critiche ingiuste pur di fare ogni giorno il proprio dovere, quelli che l’isola la stanno liberando davvero e che non possono subire avvisi di sfratto perché sono assolutamente in regola con il canone che i siciliani hanno stabilito.

/// Prima pagina

/// Articoli correlati

Il tuo contenuto è stato inviato correttamente.
Riceverai l'url da condividere dopo la pubblicazione