/// Invia un contenuto >>

DI MAIO PROPRIO NON CAPISCE I PESCATORI

8 Maggio 2021

Francesco Cimò

E insiste a dire che quelle acque sono proibite

Ieri il ministro degli Esteri Di Maio in un intervista alla trasmissione “L’Aria che tira” su “LA 7” sulla questione dei pescatori presi a colpi di mitraglia dalla guardia costiera libica ha per l’ennesima volta dimostrato di non aver afferrato il problema dei pescatori siciliani che pescano al largo della Libia.

Ed ha ancora una volta ripetuto che non bisogna pescare in quel tratto di mare perché è proibito.

Non riesce a capire che le marinerie della Sicilia sud occidentale non hanno altra possibilità per portare pescato a casa e dimentica che la zona appare come sconsigliata e non come proibita dal Governo italiano.

Il ruolo del Governo non è quello di chiedere ai nostri pescatori di restare a casa, ma quello di difenderli con le navi della Marina Militare italiana che vanno schierate in zona, ricordando alla Libia che la dichiarazione di territorialità di quel tratto di mare è assolutamente unilaterale e rendendosi disponibili a una trattativa che garantisca i diritti dei nostri pescatori.

Ma questa trattativa sembra impossibile con un ministro degli Esteri totalmente inadeguato come Di Maio.

/// Prima pagina

/// Articoli correlati

Il tuo contenuto è stato inviato correttamente.
Riceverai l'url da condividere dopo la pubblicazione