/// Invia un contenuto >>

ELEZIONI COMUNALI LO STESSO GIORNO DELLE EUROPEE

37 COMUNI AL VOTO, OTTO DEI QUALI CON SISTEMA PROPORZIONALE.

4 Giugno 2024

Umberto Riccobello

elezioni comunali

Negli stessi giorni in cui gli italiani andranno alle urne per il rinnovo del Parlamento Europeo, in 37 comuni siciliani vi saranno le elezioni amministrative.

Otto comuni hanno una popolazione superiore ai 15.000 abitanti e quindi si voterà con il sistema proporzionale: Caltanissetta, Gela, Acicastello, Bagheria, Monreale, Pachino, Castelvetrano, Mazara del Vallo. Nei restanti 29 il sistema di attribuzione dei seggi è maggioritario.

Gli elettori interessati alle elezioni amministrative sono 483.901.

Le operazioni di voto si svolgeranno sabato 8 giugno 2024, dalle 15 alle 23, e domenica 9 giugno 2024, dalle 7 alle 23.

In provincia di Palermo sono interessati al rinnovo di sindaco e consiglio comunale i comuni di: Bagheria, Bompietro, Borgetto, Cinisi, Corleone, Monreale, Palazzo Adriano, Roccamena, San Mauro Castelverde. Per la provincia di Agrigento: Alessandria della Rocca, Caltabellotta, Campobello di Licata, Naro, Racalmuto, Sant’Elisabetta. Nel Nisseno: Caltanissetta, Gela e Sommatino. Per la provincia di Catania: Aci Castello, Motta Sant’Anastasia, Ragalna, Zafferana Etnea. Per Messina: Brolo, Condrò, Falcone, Forza D’Agrò, Leni, Longi, Mandanici, Oliveri, Rometta, Spadafora. In provincia di Siracusa il solo comune di Pachino. Per la provincia di Trapani i comuni di: Castelvetrano, Mazara del Vallo, Salaparuta e Salemi. Nessun comune al voto nelle province di Enna e Ragusa. 

L’elettore dovrà recarsi alle urne portando con sé la tessera elettorale e un documento di identità in corso di validità.

Si possono esprimere una o due preferenze per i candidati al consiglio comunale; nel caso in cui vengano espresse due preferenze, queste devono riguardare candidati di genere diverso (un uomo e una donna).

Se entrambe le preferenze dovessero appartenere allo stesso genere, la seconda verrà annullata.

Il voto espresso per una lista si estende al candidato sindaco ad essa collegato, ma non viceversa.

Si può esprimere la preferenza per un candidato sindaco e una lista ad esso collegata, ed esprimere anche la scelta di candidati al consiglio comunale; oppure si può esprimere la preferenza per un candidato sindaco e per una lista ad esso non collegata, ed esprimere anche la scelta di candidati al consiglio comunale.

In allegato: tabella riepilogativa con i Comuni interessati, popolazione e numero di consiglieri.


/// Prima pagina

/// Articoli correlati

Il tuo contenuto è stato inviato correttamente.
Riceverai l'url da condividere dopo la pubblicazione