/// Invia un contenuto >>

EVITARE LA ZONA GIALLA IN SICILIA

10 Agosto 2021

di: Umberto Riccobello

Ognuno faccia il proprio dovere

Adesso si rischia davvero la zona gialla.

Il ritorno del turismo e la voglia di vivere un’estate al massimo della normalità possibile hanno avuto certamente il loro ruolo, ma adesso occorre non superare i limiti.

La Sicilia ha avuto ieri 923 contagi sul totale di 4.200 in tutta Italia (il 22% di tutti i casi italiani con una popolazione che rappresenta appena l’8,17 della popolazione italiana) con una incidenza (rapporto contagi/tamponi effettuati) del 5,3% contro il 4,1% di tutta Italia.

I limiti stabiliti per il ritorno in zona gialla sono:

  • 50 contagi settimanali ogni centomila abitanti (e la settimana appena trascorsa la Sicilia è già a 104 contro i 69 in Italia);
  • 10% dei posti occupati sui posti disponibili in terapia intensiva (e ieri la Sicilia era al 7% contro il 4% italiano);
  • 15% dei posti occupati sui posti disponibili in area non critica (e ieri la Sicilia era al 14% contro il 5% italiano.

Come si può vedere siamo abbastanza vicini ai limiti previsti, anche se è ancora possibile non superarli.

Dipende prima di tutto dalla responsabilità di ognuno di noi e dal ritorno a una prudenza che sembra sia stata abbandonata.

E poi occorre confidare nell’impegno costante dell’assessorato alla Salute, guidato dall’assessore Ruggero Razza, che ha predisposto un protocollo per curare a domicilio i casi meno gravi evitandone l’ospedalizzazione.

Le differenze tra zona bianca e zona gialla sono oggettivamente ridotte non essendovi più il coprifuoco: l’obbligo dell’uso della mascherina anche all’aperto e il limite massimo di 4 commensali ai tavoli dei locali sia all’interno che all’esterno (salvo tra persone conviventi).

Ma l’impatto psicologico sul turismo e sulle prenotazioni potrebbe essere devastante.

Nel caso avvenisse nel corso di questa settimana il superamento dei limiti stabiliti, l’ingresso in zona gialla partirebbe non prima di lunedì 23 agosto.

/// Articoli correlati

Il tuo contenuto è stato inviato correttamente.
Riceverai l'url da condividere dopo la pubblicazione