/// Invia un contenuto >>

FONDO EMERGENZA IMPRESE SICILIA

18 Febbraio 2022

Redazione

FONDO EMERGENZA PER LE IMPRESE SICILIANE

Iccrea Banca, BEI e Regione Siciliana avviano un fondo di emergenza per le imprese siciliane per 50 milioni di euro.

Iccrea Banca e la Banca Europea per gli Investimenti (BEI) hanno siglato un accordo per la gestione di un plafond di 50 milioni di euro. Cifra da destinare alle piccole e medie imprese, operative in Sicilia, che sono state più colpite dall’emergenza sanitaria. 

Plafond di 50 milioni di cui 25 per il settore turistico

Il plafond assegnato dalla BEI sarà gestito da Iccrea Banca, anche tramite le 11 Banche di Credito Cooperativo del Gruppo BCC Iccrea presenti in Sicilia. Si tratta di fondi europei e regionali, messi a disposizione dalla Regione Siciliana. Destinati alle piccole e medie imprese con sede legale o operativa in Sicilia che, nel 2020, abbiano registrato una perdita di fatturato almeno del 30%. Il plafond prevede una quota di 25 milioni riservata esclusivamente alla filiera turistico ricettiva, colpita particolarmente dalla crisi pandemica.

Le risorse sono erogate come prestiti, anche in forma agevolata, per le esigenze di liquidità o investimento delle imprese, anche per finanziamento di esposizioni esistenti. Ogni intervento prevede un taglio minimo di 500 mila euro e una soglia massima di 5 milioni di euro. Il rimborso avverrà in massimo 15 anni per prestiti di liquidità, e in 20 anni in caso di investimenti, con un preammortamento di 24 mesi. 

Per finanziamenti fino a 2,3 milioni di euro è previsto un tasso “zero”, per importi eccedenti è previsto un tasso fisso minimo di mercato.

Il Fondo “Emergenza Imprese” intende fornire un contributo concreto all’economia regionale ampliando l’offerta delle risorse programmate dall’Assessorato all’Economia. L’obiettivo è rispondere ai fabbisogni del sistema produttivo e sostenerne la ripresa oltre il contesto emergenziale.

Per il Vicepresidente ed assessore all’economia della Regione Siciliana, Gaetano Armao  “la misura finanziaria giunge nel momento nel quale le imprese, colpite dagli effetti economici della pandemia, se da un lato debbono ancora far fronte alla crisi, dall’altro debbono preparare la ripresa attraverso investimenti  e strumenti di modernizzazione che ne rafforzino la competitività. Il Governo Musumeci ha puntato sulla collaborazione con BEI e con il sistema delle banche dì credito cooperativo per valorizzare al meglio le risorse finanziarie disponibili e sostenere la crescita economica”.

/// Prima pagina

/// Articoli correlati

Il tuo contenuto è stato inviato correttamente.
Riceverai l'url da condividere dopo la pubblicazione