/// Invia un contenuto >>

NUOVO DIGITALE TERRESTRE: PROTESTA DELLE TV SICILIANE

13 Gennaio 2021

Redazione

Il nuovo digitale terrestre elimina le TV locali

nuovo digitale terrestre

Protestano le emittenti locali siciliane nei confronti dei bandi del Ministero dello Sviluppo Economico per l’assegnazione dei diritti d’uso delle frequenze televisive in seguito all’avvento del nuovo digitale terrestre.

Gli editori siciliani titolari di concessioni per vent’anni (fino al 2032), adesso revocate dopo soli otto anni, contestano la mancata applicazione delle norme che porterà al licenziamento di centinaia di dipendenti e collaboratori.

“Per la Sicilia – sostengono gli editori – è prevista una sola frequenza regionale di primo livello, ed una di secondo livello con copertura Palermo, due con copertura Messina e un’altra con copertura Ragusa, Enna, Caltanissetta, Agrigento e Trapani, addirittura nessuna frequenza è stata prevista per le province di Catania e Siracusa. Tutto questo –metterà fine alle storiche attività di oltre 100 imprese televisive siciliane”.

Come organo di informazione esprimiamo la nostra solidarietà agli operatori delle emittenti locali contro un provvedimento del Governo nazionale che riduce la libertà di informazione.

/// Prima pagina

/// Articoli correlati

Il tuo contenuto è stato inviato correttamente.
Riceverai l'url da condividere dopo la pubblicazione