/// Invia un contenuto >>

FORZA ITALIA. 4 CANDIDATI PER UN POSTO. FORSE DUE.

FALCONE, TAMAJO, CHINNICI E ANTINORO SI SFIDANO ALLE EUROPEE IN UNA LOTTA ALL'ULTIMO VOTO

15 Aprile 2024

Rino Piscitello

La lista di Forza Italia alla Europee nel collegio Sicilia Sardegna è ormai definitiva al netto di ultimi scossoni non prevedibili.

Capolista dovrebbe essere Caterina Chinnici e a seguire, in ordine alfabetico, Antonello Antinoro, Marco Falcone, Bernadette Grasso, Margherita La Rocca Ruvolo ed Edy Tamajo.

A questi sei dovrebbero aggiungersi un uomo e una donna della Sardegna.

Con l’ingresso di Noi Moderati e la candidatura di Antonello Antinoro, la lista è ormai completata ed è quindi definitivamente uscita di scena l’ipotesi di candidatura di Giuseppe Gennuso, esponente di rilievo di Forza Italia nel siracusano.

Per la verità qualche dubbio sul nome di Antonello Antinoro viene ancora fatto filtrare insieme all’ipotesi che noi Moderati possa cedere il proprio candidato alla Democrazia Cristiana di Cuffaro.

Ma l’ipotesi ci appare francamente non verosimile in considerazione del fatto che apparirebbe come una forzatura fatta quasi all’insaputa di Forza Italia e certamente non gradita agli altri candidati e meno che mai alla Chinnici che su una presenza del partito di Cuffaro nella lista avrebbe posto una pregiudiziale.

Semmai appare realistico che Lupi abbia voluto sondare l’ipotesi con Tajani nella certezza di una risposta negativa, utile però a spiegare a Cuffaro di averci provato e a chiedergli di conseguenza di misurarsi sull’appoggio ad Antinoro.

La competizione interna alla lista si annuncia davvero al cardiopalma.

Forza Italia ha la certezza di un seggio, ma se arrivasse a superare nella circoscrizione delle isole una percentuale di circa il 18% potrebbe anche ambire al secondo ed è su questo che sono puntate le speranze dei candidati.

Su sei candidati siciliani, ben quattro infatti corrono davvero per essere eletti. E non si conoscono ancora i nomi dei candidati sardi.

I candidati davvero in corsa sono Caterina Chinnici, Marco Falcone, Edy Tamajo ed Antonello Antinoro.

Caterina Chinnici, candidata autorevole e stimata, non ha però un largo seguito di sostenitori organizzati. La cosa dovrebbe però essere compensata dall’appoggio di Raffaele Lombardo e del suo Movimento per l’Autonomia che sulla Chinnici hanno deciso di contarsi e di misurare la propria forza.

Marco Falcone è il candidato che rappresenta la storia di Forza Italia ed è quindi fortemente radicato all’interno del partito. Diversamente dalla Chinnici che viene dal Partito Democratico, da Tamajo che viene da Italia Viva e da Antinoro che appartiene a Noi Moderati. Legatissimo a Maurizio Gasparri, ha un rapporto diretto e di lunga data con i militanti sul territorio in tutte le province della Sicilia.

Edy Tamajo, candidato molto presente nel palermitano, è appoggiato dal presidente Schifani che su questa candidatura ha stranamente deciso di abbandonare la normale imparzialità di un presidente di Regione che dovrebbe rappresentare l’unità della coalizione o, quantomeno, quella del partito.

Antonello Antinoro, candidato di Noi Moderati, forza politica che si è alleata per le europee con Forza Italia, è un recordman delle preferenze. Nel 2006 all’ARS prese oltre 30.000 voti e alle europee del 2009 ne raccolse quasi 71.000. Antinoro è peraltro molto legato a Saverio Romano che nel 2019 alle europee con Forza Italia raccolse 73.000 preferenze.

I quattro candidati si affronteranno quindi senza esclusione di colpi e questo avrà di certo un’effetto positivo sulla percentuale di voti della lista.

/// Prima pagina

/// Articoli correlati

Il tuo contenuto è stato inviato correttamente.
Riceverai l'url da condividere dopo la pubblicazione