/// Invia un contenuto >>

FORZA ITALIA ARRIVA PRIMA SOLO CON DC ED MPA.

LE MOTIVAZIONI NON DETTE DI UN'IMPORTANTE RISULTATO

11 Giugno 2024

Rino Piscitello

Forza Italia

I giornali sono pieni di dichiarazioni di dirigenti di Forza Italia che vantano il risultato elettorale omettendo di spiegarne le ragioni a tutti palesi.

Forza Italia ha raggiunto il 23,7 per cento in Sicilia perché due partiti che alle scorse regionali hanno raggiunto sommati il 13,3% (MPA e DC) hanno sostenuto con grande energia candidati all’interno della lista.

Raffaele Lombardo e il Movimento per l’Autonomia, come è noto, hanno sostenuto con determinazione non comune, la candidatura di Caterina Chinnici.

Totò Cuffaro e la Democrazia Cristiana, come tutti sanno, hanno votato e fatto votare, quasi più che se fossero presenti in modo diretto, la candidatura di Massimo Dell’Utri.

I due candidati insieme hanno preso quasi 160.000 preferenze. Se anche solo la metà di esse, ed è un calcolo certamente inferiore al reale, fossero arrivate dai due partiti alleati, stiamo parlando di una percentuale aggiuntiva che si aggira almeno attorno al 6/7%

La prima cosa quindi che i dirigenti di Forza Italia dovrebbero fare è quindi ringraziare la DC l’MPA, e Noi Moderati per l’apporto dato alla lista e riconoscere ufficialmente tale contributo.

È vero, il risultato di Forza Italia è stato straordinario e la capacità di aggregare altre forze è un merito. Ma ci sono due modi di impostare i rapporti dentro una coalizione: la sincerità e la riconoscenza o la vanagloria, ossia il vanto senza merito. Il secondo porta a sbattere. E siccome i dirigenti di Forza Italia in Sicilia non ci sembrano persone capaci di commettere errori di questo tipo, siamo certi che il dovuto riconoscimento ai partiti alleati arriverà a breve.

/// Prima pagina

/// Articoli correlati

Il tuo contenuto è stato inviato correttamente.
Riceverai l'url da condividere dopo la pubblicazione