/// Invia un contenuto >>

GIORNATA MONDIALE DELLA FELICITÀ E LA SCOPERTA DELL’ACQUA CALDA

20 Marzo 2021

di: Umberto Riccobello

Un’analisi dell’Unione europea delle Cooperative scopre che al Sud si sta peggio che al Nord.

Nell’anno del Covid più di 1 italiano su 2 (55,5%) è insoddisfatto della propria vita con l’incertezza sulle prospettive future per salute e lavoro che condiziona le previsioni dei prossimi cinque anni. E’ quanto emerge dall’analisi dell’Unione europea delle cooperative (Uecoop) su dati dell’ultimo rapporto Bes Istat in occasione della Giornata mondiale della felicità sabato 20 marzo 2021. Sul podio delle regioni dove prevalgono gli scontenti ci sono nell’ordine la Campania (68,3%) e la Sicilia (60%) mentre al contrario è al Nord che si concentrano le quote minori di insoddisfatti dal Trentino Alto Adige (37,8%) alla Valle d’Aosta (46,3%), dal Friuli Venezia Giulia (50,4) alla Lombardia (51,1%) con Emilia Romagna e Veneto a pari merito (51,5%).

Hanno scoperto l’acqua calda. Chi vive e lavora al Sud si sente meno protetto di chi vive e lavora al Nord.

/// Articoli correlati

Il tuo contenuto è stato inviato correttamente.
Riceverai l'url da condividere dopo la pubblicazione