/// Invia un contenuto >>

I DIRETTORI GENERALI DELLA SANITÀ SICILIANA

1 Febbraio 2024

Rino Piscitello

Il governo Schifani, nel corso della seduta di giunta di ieri sera, ha designato i nuovi direttori generali delle ASP, dei grandi ospedali e dei policlinici universitari.

Ai lavori della giunta non hanno partecipato i 4 assessori di Fratelli d’Italia a causa delle polemiche interne alla maggioranza all’Assemblea Regionale Siciliana.

I nomi erano stati comunque già concordati.

I tempi sono stati rispettati e lo sforzo per garantire qualità e competenza è abbastanza visibile nel complesso dei nomi.

Riuscire, a partire dalla presentabilità dei nomi proposti, a trovare un equilibrio tra i partiti di governo non era cosa facile.

I DIRETTORI GENERALI DELLA SANITÀ SICILIANA
L’assessore alla Salute, Giovanna Volo, e il Presidente della Regione, Renato Schifani

Esserci riusciti non può quindi che essere un vanto per il Presidente Schifani e i suoi collaboratori.

I nominativi dei direttori generali delle 15 strutture sanitarie regionali e dei 3 policlinici universitari, così come previsto dalla normativa, sono stati scelti dalla rosa dei 49 maggiormente idonei stilata dalla Commissione di selezione.

Per quanto riguarda gli ospedali universitari di Palermo e Messina, la giunta ha individuato i vertici all’interno di una terna di nomi proposta dai rispettivi rettori.

In attesa dei passaggi burocratici, tra i quali il parere della Commissione Affari Istituzionali dell’Assemblea Regionale, i designati guideranno già da domani le stesse aziende in qualità di commissari straordinari.

«Abbiamo definito i nuovi assetti della sanità in Sicilia – ha dichiarato il presidente della Regione, Renato Schifani – nei tempi che avevamo stabilito. È un altro impegno rispettato, così come quello relativo alle selezioni per il ruolo di direttori sanitari e amministrativi che dovranno affiancare i nuovi manager.»

«La giunta – ha proseguito Schifani – ha scelto figure qualificate sul piano della professionalità per la guida delle aziende e degli ospedali. I neo manager dovranno gestire la delicata fase che il sistema sanitario regionale si accinge a vivere, in attuazione delle linee che il governo intende imprimere per rendere il settore più moderno, efficiente, sostenibile economicamente e, soprattutto, sempre più attento ai cittadini.»

«Una sanità che curi – ha concluso il Presidente della Regione -, ma soprattutto si prenda cura dei pazienti. Stiamo portando avanti un importante lavoro per il completamento di strutture ospedaliere attese ormai da anni, per l’abbattimento delle liste d’attesa e per la razionalizzazione della rete sanitaria, affrontando anche le questioni legate al personale medico e ausiliario. Un’opera che richiede lo sforzo sinergico del governo e dei manager per garantire ai siciliani, al pari dei cittadini di altre regioni, una sanità di alta qualità e che consenta loro di curarsi nel migliore dei modi nella loro terra».

Asp Palermo: Daniela Faraoni

Asp Catania: Giuseppe Laganga Senzio

Asp Messina: Giuseppe Cuccì

Asp Agrigento: Giuseppe Capodieci

Asp Caltanissetta: Salvatore Lucio Ficarra

Asp Enna: Mario Carmelo Zappia

Asp Ragusa: Giuseppe Drago

Asp Siracusa: Alessandro Caltagirone

Asp Trapani: Ferdinando Croce

Questi i manager designati a Palermo, Catania e Messina per aziende ospedaliere, Arnas e Irccs e dei Policlinici

Arnas “Civico” Palermo: Walter Messina

Azienda ospedaliera “Villa Sofia-Cervello” Palermo: Roberto Colletti

Arnas “Garibaldi” Catania: Giuseppe Giammanco

Azienda ospedaliera “Cannizzaro” Catania: Salvatore Emanuele Giuffrida

Azienda ospedaliera “Papardo” Messina: Catena Di Blasi

Irccs “Bonino Pulejo” Messina: Maurizio Letterio Lanza

Policlinico Palermo: Maria Grazia Furnari

Policlinico Catania: Gaetano Sirna

Policlinico Messina: Giorgio Giulio Santonocito

/// Prima pagina

/// Articoli correlati

Il tuo contenuto è stato inviato correttamente.
Riceverai l'url da condividere dopo la pubblicazione