/// Invia un contenuto >>

IL CENTRO NON C’È PIÙ E MAI CI SARÀ, MA HA TANTI SOGNATORI

3 Giugno 2021

Nino Piscitello

Quelle illusioni di un mondo scomparso per sempre.

In Sicilia ormai non passa giorno che nel centro, luogo immaginario della politica, non nasca un nuovo contenitore.

E non passa giorno senza che nella nostra isola da destra e da sinistra qualcuno non teorizzi nuovi schieramenti che esistono solo nelle favole con all’interno esponenti moderati di centrosinistra e di centrodestra che isolino le frange estreme.

Qualcuno si avventura fino a definire possibile e auspicabile da noi una replicazione del Governo Draghi non comprendendo che per definizione si tratta di un governo d’emergenza che non può superare il confine temporale della legislatura e quello geografico di Palazzo Chigi.

Come mai autorevoli personalità della politica si lasciano prendere così facilmente da irrealizzabili fantasie?

La spiegazione è semplice. Guardano il mondo e la politica alla luce delle loro antiche esperienze, senza comprendere che i cittadini e la politica hanno subito cambiamenti inarrestabili.

Quello che a loro sembra ovvio è diventato semplicemente obsoleto.

E dovreste vedere come si meravigliano quando la realtà non si piega alla loro fantasia.

Se ne facciano una ragione. La politica in Sicilia, come in Italia, per lungo tempo vedrà contrapposti lo schieramento di centrodestra e quello di centrosinistra.

/// Prima pagina

/// Articoli correlati

Il tuo contenuto è stato inviato correttamente.
Riceverai l'url da condividere dopo la pubblicazione