/// Invia un contenuto >>

IL COLLEGAMENTO STABILE NELLO STRETTO RESTA PRIORITARIO

27 Marzo 2021

Francesco Cimò

Lo ha detto ieri Musumeci al Ministro dei Trasporti Giovannini

«Pronti a sederci a un Tavolo di confronto col Ministero, bene soluzioni immediate atte a velocizzare l’attraversamento “dinamico” dello Stretto, ma il collegamento stabile tra Sicilia e Calabria resta per noi una priorità fondamentale.” E’ quanto ha detto ieri il presidente della Regione, Nello Musumeci, al ministro delle Infrastrutture, Enrico Giovannini, nel corso dell’incontro in video conferenza. Presente anche  l’assessore regionale alle Infrastrutture Marco Falcone.

Il ministro Giovannini ha proposto l’istituzione di un Tavolo di confronto tra il Ministero e la Regione Siciliana su alcuni nodi relativi alle infrastrutture e ai trasporti dell’Isola. Ha poi ribadito la decisione di non includere il collegamento stabile nello Stretto nel Recovery Plan, anticipando di aver chiesto alla commissione che sta affrontando la valutazione dell’opera indicazioni «su cosa si può fare nel breve termine per migliorare l’attraversamento “dinamico”, su cui ci sono grandissimi margini per operare subito, fermo restando che non si tratta di una alternativa al collegamento stabile». 

«Cogliamo la disponibilità da parte del ministro – ha detto il presidente Musumeci – e ben venga il tavolo di confronto al quale siamo pronti a sederci immediatamente. Soluzioni nell’immediato per velocizzare l’attraversamento dello Stretto ci vedono assolutamente disponibili. Sia chiaro, però, che il nostro Governo sta scommettendo sul trasporto ferroviario e che per noi l’alta velocità per poter passare da Messina a Reggio Calabria in tre minuti rimane una necessità fondamentale. Solo così potremo fare della Sicilia una piattaforma logistica del Mediterraneo e dare ai siciliani trasporti degni di una Nazione civile». 

/// Prima pagina

/// Articoli correlati

Il tuo contenuto è stato inviato correttamente.
Riceverai l'url da condividere dopo la pubblicazione