/// Invia un contenuto >>

IL PISTACCHIO DI RAFFADALI È DOP

23 Marzo 2021

Umberto Riccobello

Approvazione della Commissione Europea

Un nuovo prodotto si unisce ai sessantanove DOP (Denominazione Origine Protetta) e IGP (Indicazione Geografica Protetta) della Sicilia.

Si tratta del Pistacchio di Raffadali, la cui coltivazione nell’area risale alla seconda metà dell’ottocento e la cui approvazione della domanda di iscrizione nel registro dei prodotti DOP e IPG è stato comunicato ieri dalla Commissione Europea.

La zona di produzione del pistacchio di Raffadali DOP, ricade all’interno dei confini dei seguenti Comuni della Provincia di Agrigento: Raffadali, Joppolo Giancaxio, Santa Elisabetta, Agrigento, Cianciana, Favara, Racalmuto, Sant’Angelo Muxaro, San Biagio Platani, Cattolica Eraclea, Casteltermini, Santo Stefano Quisquina, Aragona, Comitini, Grotte, Montallegro, Alessandria della Rocca, Siculiana, Realmonte, Naro, Porto Empedocle, Castrofilippo, Campobello di Licata, Ribera, Canicatti, Palma di Montechiaro, Ravanusa, Camastra; e i comuni di Montedoro e Serradifalco in provincia di Caltanissetta.

Nella nota della Commissione Europea si legge: ”Le condizioni molto aride della regione e l’esposizione delle piantagioni a sud e al sole permettono di ottenere un frutto con particolari caratteristiche qualitative, un sapore dolce, gradevole e pronunciato e un’elevata resa in olio”.

/// Prima pagina

/// Articoli correlati

Il tuo contenuto è stato inviato correttamente.
Riceverai l'url da condividere dopo la pubblicazione