/// Invia un contenuto >>

IL PONTE SULLO STRETTO RAPPRESENTA LO SVILUPPO DELL’ISOLA

6 Agosto 2021

Francesco Cimò

E i 5 stelle sono gli unici contrari

Il Ministro delle infrastrutture ha illustrato lunedì scorso la nuova posizione del governo favorevole alla realizzazione del Ponte sullo Stretto, anche se con tempi e modi assolutamente dilatati tanto da far pensare a un nuovo tentativo di lanciare la palla in tribuna.

Ma mentre tutti i gruppi apprezzavano la novità e contestavano tempi e modalità previste, l’unico gruppo parlamentare contrario alla realizzazione in modo evidente sono stati i 5 stelle.

La novità è che sono stati contrari, ma sembrava che si vergognassero.

Il deputato grillino messinese D’Uva, facendo intendere che il Ponte non si farà mai ha dichiarato: “Ad oggi il collegamento dinamico dello Stretto (i traghetti nuovi n.d.r.) è l’unica strada percorribile ed è su questa che dobbiamo concentrarci.”

Il deputato grillino siracusano Ficara, dopo aver elencato tutte le controindicazioni alla realizzazione del Ponte, ha poi usato l’argomento principe dei contrari: “Non smetteremo mai di dirlo – ha detto Ficara – che prima di pensare al Ponte dobbiamo esser certi che si possa arrivare in tempi celeri in Calabria e Sicilia, e che anche le reti di collegamento ferroviario e viario all’interno delle due regioni siano efficienti.”

Ragionamento ipocrita di chi il Ponte non lo vuole affatto.

Lo abbiamo spiegato tante volte: le nuove rotte dei trasporti internazionali richiedono il Ponte sullo Stretto e l’Alta velocità e richiedono che si faccia in fretta.

Chi è contrario o cerca di rallentare è nemico dello sviluppo della nostra isola.

/// Prima pagina

/// Articoli correlati

Il tuo contenuto è stato inviato correttamente.
Riceverai l'url da condividere dopo la pubblicazione