/// Invia un contenuto >>

IL TERREMOTO DIMENTICATO DI SANTO STEFANO DEL 2018

26 Giugno 2021

di: Francesco Cimò

Angela Foti di Attiva Sicilia chiede di estendere i benefici previsti per Amatrice

Alle tre di notte del 26 dicembre del 2018 un sisma di grado 4,9 della scala Richter colpì alcuni comuni della zona etnea provocando notevoli danni e numerosi feriti (tra i quali uno deceduto dopo due settimane).

In particolare furono colpiti Aci BonaccorsiAci CatenaAci Sant’AntonioAcirealeMiloSanta VenerinaTrecastagni, Viagrande e Zafferana Etnea.

Nei comuni interessati vi sono oltre un migliaio di case da risanare e ancora centinaia di soggetti usufruiscono del contributo di autonoma sistemazione (somma che va a chi deve lasciare la casa danneggiata e non ha un altro alloggio disponibile); ma il sisma non è stato inserito nel Piano nazionale di ripresa e resilienza come invece lo sono stati i terremoti avvenuti in Emilia nel 2012 e in centro Italia nel 2016.

La deputata regionale e vicepresidente dell’Assemblea Regionale Siciliana Angela Foti del gruppo di Attiva Sicilia ha chiesto l’estensione ai comuni etnei colpiti dal terremoto di Santo Stefano del 2018 dei benefici di legge previsti per il terremoto del 2016 in centro Italia.

“Il principio che deve essere rispettato – ha sottolineato Angela Foti – è chiaro e semplice: non possono esistere regole che valgono per una parte dell’Italia e sono nulla per un’altra parte. Ci troviamo di fronte all’ennesima dimostrazione di come la questione siciliana passi spesso in secondo piano.

Purtroppo in questi anni – ha continuato Angela Foti – abbiamo registrato una continuità nel disinteresse dei vari governi nazionali, con l’effetto che le popolazioni colpite dal sisma di Santo Stefano sono state abbandonate al loro destino. E ciò non è più tollerabile.”

L’on. Foti ha annunciato la presentazione, insieme all’on. Giusy Savarino di Diventerà Bellissima, Presidente della Commissione Territorio e Ambiente, di un ordine del giorno all’ARS per supportare il Governo Regionale nella richiesta urgente di estensione alla Sicilia dei benefici di legge previsti per il terremoto del 2016 del centro Italia.

/// Articoli correlati

Il tuo contenuto è stato inviato correttamente.
Riceverai l'url da condividere dopo la pubblicazione