/// Invia un contenuto >>

IN ROMANIA PONTE GEMELLO DI QUELLO DI MESSINA

10 Aprile 2021

Umberto Riccobello

E lo realizzano in tempi record aziende italiane di Stato

Fanno di tutto per impedire la costruzione del Ponte sullo stretto di Messina e nello stesso momento un Ponte con le stesse caratteristiche viene costruito da aziende italiane in Romania, sul Danubio.

È il ponte di Brāila, alla cui realizzazione lavorano Astaldi e Fincantieri, aziende partecipate dallo Stato italiano. Sono le stesse aziende che hanno realizzato in tempi record il Ponte Morandi di Genova.

La prima somiglianza tra i due ponti è dovuta al fatto che il ponte sul Danubio, lungo circa 2 chilometri, avrà campata unica e si tratterà della terza opera di questo tipo per lunghezza in Europa.

La seconda somiglianza è dovuta al fatto che il Ponte sul Danubio serve a completare il corridoio Reno Danubio della rete di trasporti (Ten-T) europea, che mette in connessione la Germania, la Repubblica Ceca, la Slovacchia, la Romania, la Bulgaria, la Grecia e la Turchia, mentre il Ponte sullo stretto di Messina servirebbe al completamento del Corridoio Scandinavo Mediterraneo (Helsinki – La Valletta) che attraversa il Mar baltico, la Germania, le Alpi, l’Italia e arriva a Malta passando per la Sicilia e che prevede il Ponte sullo Stretto come opera fondamentale.

I lavori del Ponte sul Danubio (che prevedono anche la realizzazione di 25 km di tratto autostradale) sono cominciati nel 2020 e la consegna è prevista nel 2023. Se ne deduce che i lavori del Ponte sullo Stretto potrebbero essere realizzati entro il 2026 (data attualmente prevista per la consegna dei lavori delle opere da realizzare con i soldi del Recovery Plan).

Manca soltanto la volontà politica.

/// Prima pagina

/// Articoli correlati

Il tuo contenuto è stato inviato correttamente.
Riceverai l'url da condividere dopo la pubblicazione