/// Invia un contenuto >>

INVESTIMENTI ENORMI PER LE INFRASTRUTTURE IDRICHE

INVESTIMENTI PER CIRCA UN MILIARDO E MEZZO IN CINQUE ANNI TRA TUTTE LE FONTI DI FINANZIAMENTO

10 Maggio 2024

Rino Piscitello

Gli investimenti previsti in Sicilia per le infrastrutture idriche da ora ai prossimi 5 anni raggiungono un livello probabilmente mai visto.

Si tratta di investimenti per circa un miliardo e mezzo tra tutte le diverse fonti di finanziamento.

Investimenti sui quali ovviamente occorre mettere la massima attenzione sia per l’effettività e la qualità dei lavori, sia per il mantenimento dei finanziamenti.

Si tratta peraltro di un settore delicatissimo a fronte dei periodi sempre più lunghi di siccità e anche ai concreti rischi di desertificazione del nostro territorio.

Ma proviamo a fare una sintesi di tutto quello che bolle in pentola sul piano delle infrastrutture idriche, dal completamento delle dighe, alle reti di adduzione, ai depuratori e all’eliminazione delle perdite idriche.

Gli investimenti di rilievo nel settore sono cominciati con il governo Musumeci e continuano con il governo Schifani con decine di interventi previsti.

Lo segnalava qualche giorno fa il deputato regionale Salvo Geraci mettendo insieme le opere finanziate dal PSR e dai fondi FSC. Ma questp è solo un calcolo parziale.

Le opere finanziate sono ben 53 nelle quali sono stati impegnati 174 milioni di euro dal Psr (Piano di sviluppo rurale) 2014-2022, e 165 milioni di euro dai Fondi Fsc (Fondi per lo sviluppo e la Coesione). In totale 339 milioni. Un primo elenco elaborato dai colleghi di BlogSicilia si può vedere nel seguente link.

Non sono soltanto quindi gli interventi legati alla crisi idrica degli ultimi mesi, ma di una vera e propria guerra contro le falle del sistema degli acquedotti e delle dighe della nostra isola.

A questo si aggiungano i 114 milioni che ha annunciato il sottosegretario Durigon nei giorni scorsi derivanti dalla rimodulazione del Pnrr e i primi 20 milioni stanziati dal governo nazionale per la dichiarazione d’emergenza.

Vi sono poi altri lavori su infrastrutture idriche previsti per 200 milioni da inserire nel nuovo Fsc in fase di definizione.

A tutto questo occorre sommare ben 830 milioni di euro per un Piano di interventi per il settore idrico già presentati al ministero delle infrastrutture: 27 opere già collocate dal Commissario nazionale Dell’Acqua tra quelle prioritarie.

In tutto parliamo di circa un miliardo e mezzo di investimenti. Una spesa totale che potrebbe cambiare il volto della Sicilia relativamente a siccità e fabbisogno idrico.

/// Prima pagina

/// Articoli correlati

Il tuo contenuto è stato inviato correttamente.
Riceverai l'url da condividere dopo la pubblicazione