/// Invia un contenuto >>

LA MINISTRA CARFAGNA IN VISITA IN SICILIA

26 Maggio 2021

Rino Piscitello

Ribadito l’impegno per lo sviluppo dell’isola

Giornata siciliana per la Ministra per il Sud, Mara Carfagna.

In mattinata, insieme al Vicepresidente della Regione, Gaetano Armao, ha incontrato la Prefetta di Messina, Cosima di Stani, che il governo nazionale ha individuato come commissario per la spesa dei 100 milioni di euro di risorse destinate alla definitiva risoluzione della condizione abitativa della baraccopoli di Messina.

Nel pomeriggio ha poi incontrato il Presidente della Regione Nello Musumeci e la giunta regionale soffermandosi sui temi dello sviluppo del Mezzogiorno e sul ruolo che la Sicilia può e deve svolgere nel Mediterraneo.

«Le esigenze sono tante e non tutte sono state soddisfatte dal Piano nazionale di ripresa e resilienza – ha affermato il presidente della Regione, Nello Musumeci – Le opere strategiche purtroppo non sono inserite nel Pnrr, perché i tempi non sono quelli dell’Ue, ma noi continuiamo a insistere affinché il ministero della Transizione ecologica da un lato e quello delle Infrastrutture dall’altro possano aprire un tavolo per consentire alla Sicilia di dotarsi di quell’impianto infrastrutturale indispensabile per diventare finalmente piattaforma naturale nel Mediterraneo».

«Ho garantito al presidente Musumeci massima disponibilità, con un’interlocuzione attenta – ha dichiarato la Ministra Carfagna – So che la vostra è una regione fortemente competitiva in tutti i settori, dal turismo all’agroalimentare, a quello delle energie rinnovabili e alla cultura. Ma deve essere messa nelle condizioni di esprimere al massimo le sue potenzialità. La Sicilia rappresenta il perno della strategia di rilancio della vocazione italiana nel Mediterraneo, in grado di intercettare gli scambi commerciali e turistici che riguardano il Mezzogiorno».

Sulle Zone economiche speciali la Ministra Carfagna ha illustrato i tempi dell’investimento da 630 milioni di euro, di cui 111 per la Sicilia.

Io credo – ha concluso la ministra – che le Zes siano una straordinaria opportunità per favorire crescita e sviluppo di queste zone».

/// Prima pagina

/// Articoli correlati

Il tuo contenuto è stato inviato correttamente.
Riceverai l'url da condividere dopo la pubblicazione