/// Invia un contenuto >>

LA POLITICA CHE SI FA CURTIGGHIU

18 Giugno 2021

Rino Piscitello

Le chiacchiere di un’opposizione che sa di non avere speranze

Avete presente le invidiose e le pettegole quando parlano della prima della classe e dicono “quella fa la santarellina, ma in verità …” e poi non dicono nulla.

Ecco, l’opposizione in Sicilia si comporta esattamente allo stesso modo: diffuso chiacchiericcio, maldicenza, qualche voce un po’ sguaiata, ma sotto l’aggressione, non c’è davvero niente.

Il nuovo sport, a meno di un anno e mezzo dalle elezioni, è quello di sussurrare a giornalisti e frequentatori vari del palazzo che, loro lo sanno perché lo hanno sentito direttamente dai capi del centrodestra, Musumeci non verrà ricandidato e si profila un accordo che va dal Pd a Forza Italia passando per Italia Viva e per gli innumerevoli centrini.

La balla spaziale viene diffusa con espressioni serie e normalmente trascinando l’interlocutore di lato come se si stesse rivelando un segreto destinato soltanto a lui.

Quello di scambiare i propri sogni con la realtà è una patologia tutto sommato innocua che colpisce sistematicamente gli illusi. L’incredibile è però che qualcuno ci creda pure e magari rilanci sostenendo che Musumeci traballa.

Proviamo a spiegare come funziona in questo caso la regola della politica.

Per impedire la ricandidatura di un Presidente uscente occorre che si verifichi una delle seguenti condizioni:

  1. il Presidente uscente sia Crocetta;
  2. il Presidente uscente non voglia ricandidarsi;
  3. la coalizione dichiari il proprio fallimento.

A tutti è evidente che la prima condizione è irreale e la seconda lo stesso; per quanto riguarda la terza, questa comporterebbe il suicidio politico di un intero schieramento che peraltro è sempre stato consapevole che Musumeci è un ottimo Presidente della Regione Siciliana, malgrado le enormi difficoltà dovute alla crisi determinata dalla pandemia.

Ma sarebbe sbagliato imporre bruschi risvegli.

Lasciamo che continuino a sognare.

/// Prima pagina

/// Articoli correlati

Il tuo contenuto è stato inviato correttamente.
Riceverai l'url da condividere dopo la pubblicazione