/// Invia un contenuto >>

LA RAPPRESENTANZA FEMMINILE E GLI IPOCRITI

16 Febbraio 2021

di: Nino Piscitello

Il PD siciliano adesso è in silenzio

Quando per una serie di aggiustamenti progressivi in giunta regionale, il Governo Musumeci è rimasto provvisoriamente per un periodo breve senza donne in giunta, il PD siciliano ha fatto ferro e fuoco, arrivando persino a ricorrere al TAR.

I tribunali del popolo organizzati sui social hanno fatto partire un tam tam senza fine e Musumeci, che pure ha dichiarato che presto avrebbe sanato la stortura, è diventato l’orco nemico delle donne.

Quando invece Zingaretti, a differenza di tutti gli altri partiti, ha segnalato a Draghi come ministri tre uomini e nessuna donna, ecco che il PD siciliano è caduto in un assoluto mutismo.

I flagellatori che accusavano di sessismo il centrodestra siciliano sono improvvisamente diventati smemorati.

Noi auspichiamo che si arrivi al più presto a una rappresentanza femminile attorno al 50%. Meglio sarebbe se questo risultato si cogliesse senza quote obbligatorie di rappresentanza. Ma ove non sia possibile, ben vengano pure le quote.

Vi è però una categoria che ci piacerebbe venisse sottorappresentata nelle istituzioni: quella degli ipocriti.

/// Articoli correlati

Il tuo contenuto è stato inviato correttamente.
Riceverai l'url da condividere dopo la pubblicazione