/// Invia un contenuto >>

LA REPUBBLICA GUIDA IL CENTROSINISTRA?

23 Luglio 2021

Redazione

Finito il tempo del giornale di partito. Adesso c’è il partito del giornale.

Il 27 giugno scorso il nuovo redattore capo di La Repubblica Sicilia, Carmelo Lopapa, lancia con un appello sul giornale la proposta degli stati generali della Sicilia Democratica (nel linguaggio di La Repubblica il termine “Democratica” vuol dire ovviamente di sinistra).

I toni sono quelli della mobilitazione generale del centrosinistra e La Repubblica sembra impartire un ordine: “Società civile, amministratori, partiti, sindacati. Tutti seggano a quel tavolo …… È giunto il momento di rompere il silenzio. Di scuotere le acque. Di far saltare la diga del torpore atavico …… Società civile, sindacati, accademici, sindaci, amministratori locali, la ridotta dei partiti, hanno una sola strada da intraprendere. Quella che deve portare in tempi rapidissimi alla convocazione degli “Stati generali della Sicilia democratica”, popolare e – perché no, se c’è ancora – progressista.”

E infine conclude con toni un po’ epici: “Per salvare il salvabile in questa terra, per i nostri figli. Prima che sia troppo tardi.”

Tutto il centrosinistra, o quasi, obbedisce al desiderio espresso dal giornale di riferimento e ieri si è finalmente tenuto ai cantieri culturali della Zisa il primo incontro degli stati generali del centrosinistra siciliano.

Non è successo nulla di rilevante, il solito parlarsi addosso di società civile e lo spostarsi sempre più a sinistra che colpisce le realtà minoritarie.

Se non fosse per il fatto che si è ormai stabilito a sinistra è finita la stagione del giornale del partito.

Adesso c’è il partito del giornale.

/// Prima pagina

/// Articoli correlati

Il tuo contenuto è stato inviato correttamente.
Riceverai l'url da condividere dopo la pubblicazione