/// Invia un contenuto >>

LA SFORTUNA DI STANCANELLI E CUFFARO

SAMMARTINO È ADESSO DEBOLISSIMO E I DUE AVEVANO PUNTATO SU DI LUI

18 Aprile 2024

Rino Piscitello

Il provvedimento del Gip che ha sospeso per un anno dagli uffici pubblici Luca Sammartino si è trasformato in un indiretto colpo di sfortuna anche per Raffaele Stancanelli e Totò Cuffaro.

A meno di un prossimo ribaltamento della decisione da parte del Tribunale del riesame, Sammartino, che comunque ha lasciato gli incarichi di assessore e vicepresidente della Regione, si è enormemente indebolito e quindi difficilmente potrà gestire la prossima fase di formazione delle liste e di campagna elettorale.

Si può dire che la maledizione lanciatagli da Musumeci lo ha raggiunto con 4 anni di ritardo, ma alla fine lo ha colpito senza pietà (vedi video).

Ma, assieme a Sammartino, vengono colpiti dalla sfortuna senza avere colpe specifiche i due politici siciliani che si erano affidati al potente leader leghista.

Il primo è Raffaele Stancanelli che nei giorni scorsi ha ceduto al serrato corteggiamento di Sammartino accettando la candidatura nella Lega. Ma mal giene incolse. Adesso si trova candidato in un partito che conosce poco con il suo principale sponsor e portatore di voti pesantemente azzoppato. In queste ore si chiederà chi glielo ha fatto fare e non si esclude neppure il suo ritiro.

L’altro colpito dalla sfortuna pare che sia Totò Cuffaro che alla fine, non sapendo cosa fare, sembra stesse stringendo un patto con Sammartino per candidare una delle sue dirigenti nella lista della Lega. Pare che l’operazione fosse sul punto di ricevere il via libera dalla Lega nazionale. Ma anche questo tentativo cade con la caduta di Sammartino.

Un sistema intero di alleanze dovrà poi trovare una nuova sistemazione.

Come è noto i migliori alleati a copertura di Renato Schifani sono stati in questo anno e mezzo Cuffaro e Sammartino. L’indebolimento di entrambi costringerà Schifani a ridefinire l’asse del suo governo. Il patto con Lombardo lo aiuta. Ma il confronto con Fratelli d’Italia rischia in futuro di essere meno semplice.

/// Prima pagina

/// Articoli correlati

Il tuo contenuto è stato inviato correttamente.
Riceverai l'url da condividere dopo la pubblicazione