/// Invia un contenuto >>

LA SICILIA BRUCIA E IL M5S FA PROPAGANDA

12 Agosto 2021

Rino Piscitello

Gita senza costrutto di Patuanelli e Todde

Per rendere davvero l’idea è necessario usare la nostra lingua:

Ma chi vinniru a fari?

Il ministro delle Politiche agricole, Stefano Patuanelli, e la viceministra dello Sviluppo economico, Alessandra Todde, entrambi grillini, sono arrivati ieri in Sicilia per incontrare i sindaci dei comuni colpiti dagli incendi.

La cosa davvero incredibile è che non hanno dato alcuna risposta, anche perché sulla questione incendi non hanno assolutamente alcuna competenza.

Mentre centinaia di vigili del fuoco, di guardie e operai forestali lavoravano ininterrottamente per fermare gli incendi, mentre i danni diventavano gravissimi e si registrava persino un morto, mentre la Sicilia chiedeva al governo Draghi di dichiarare lo stato di emergenza nazionale, un ministro e una viceministra, affiancati dal solito Giancarlo Cancelleri, sono venuti a fare propaganda non essendo in grado di dire nulla di concreto tranne esprimere una generica solidarietà.

Alla fiera della banalità hanno addirittura detto testualmente che “Il governo vuole dimostrare estrema vicinanza ai territori, confermando che non ha alcuna intenzione di lasciarli soli. Oggi è la conferma che lo Stato c’è e non vuole lasciare nessuno indietro”.

I capigruppo all’ARS di Diventerà Bellissima e di Attiva Sicilia, Alessandro Aricò e Sergio Tancredi, hanno giustamente ricordato che Patuanelli è il ministro che ha penalizzato il Sud e la Sicilia e premiato il Nord relativamente alla distribuzione dei Fondi Pac 2021-2023 e che quindi “della sua solidarietà per gli incendi che stanno devastando la Sicilia non sappiamo davvero cosa farcene”.

/// Prima pagina

/// Articoli correlati

Il tuo contenuto è stato inviato correttamente.
Riceverai l'url da condividere dopo la pubblicazione