/// Invia un contenuto >>

LA SICILIA PRIMA NELLA RIQUALIFICAZIONE DELLA RETE OSPEDALIERA

3 Marzo 2021

Nino Piscitello

Diciotto cantieri della Regione aperti negli ospedali in Sicilia

La Sicilia migliore è quindi capace anche di esprimere la massima velocità.

Settantanove progetti, 18 dei quali già in cantiere fra cui tre già conclusi e prossimi all’inaugurazione, altri 12 in opera entro fine marzo. Obiettivo, dare alla Sicilia 520 nuovi posti di terapia intensiva e riconfigurare 27 pronti soccorso dotandoli di percorsi separati per i pazienti sospetti Covid.

Va avanti spedito il Piano di potenziamento delle strutture sanitarie siciliane, gestito dalla struttura snella che fa capo al presidente della Regione Nello Musumeci, nelle vesti di commissario delegato, guidata dall’ingegnere Tuccio D’Urso e composta da quattro funzionari regionali. Tanto da fare della Sicilia la prima regione d’Italia nell’avanzamento del programma di riqualificazione della rete ospedaliera.

I lavori e le forniture di attrezzature sono affidati a imprese già selezionate con gli “accordi quadro” nazionali, velocizzando così le procedure amministrative. L’avvio delle attività della struttura di gestione risale al 15 ottobre 2020.

Il Piano riguarda 16 delle 19 Aziende ospedaliere della Regione: il punto d’arrivo è portare a 700 i posti di terapia intensiva complessivamente disponibili nell’Isola e adeguare le strutture dei pronti soccorso. E’ prevista una spesa di 240 milioni di euro, provenienti dal Piano nazionale e da un co-finanziamento della Sanità regionale.

/// Prima pagina

/// Articoli correlati

Il tuo contenuto è stato inviato correttamente.
Riceverai l'url da condividere dopo la pubblicazione