/// Invia un contenuto >>

L’AGENZIA STANDARD & POOR’S PROMUOVE LA SICILIA.

25 Gennaio 2021

Nino Piscitello

Rating sicuro, decremento del debito e crescita della liquidità.

Una vecchia battuta che gira nel mondo dell’economia dice che tutti mentono, tranne le
agenzie di rating quando danno un giudizio positivo.
L’Agenzia internazionale Standard & Poors promuove a pieni voti la Sicilia confermando il
rating di BBB- con prospettive stabili, premiando così gli incessanti sforzi degli ultimi tre
anni dell’Assessore all’Economia Gaetano Armao e del Presidente della Regione Nello
Musumeci.
Nell’ultima edizione del suo bollettino periodico, esprime apprezzamento per l’incessante
attività del Governo regionale in ordine al risanamento dei conti pubblici.
Sul fronte del debito e della liquidità, Standard & Poor’s afferma che la prospettiva “stabile
riflette l’aspettativa di bilanci equilibrati e di un debito in graduale diminuzione. Riflette
anche la previsione che le riserve di liquidità della Sicilia, pur diminuendo gradualmente
per ridurre i debiti, dovrebbero rimanere superiori ai suoi requisiti di servizio del debito.”
L’Agenzia di Rating riconosce inoltre l’intensa attività di collaborazione tra il Governo
regionale e lo Stato e l’efficacia delle sue azioni di ripianamento della situazione debitoria
ereditata dalle passate gestioni.
Si prevede che il debito sostenuto dalle imposte continuerà a diminuire gradualmente,
raggiungendo il 41% delle entrate operative consolidate nel 2023, dal 45,5% del 2019.

“L’apprezzamento di Standard & Poor’s – osserva il vicepresidente ed assessore
all’Economia della Regione siciliana, Gaetano Armao – è un risultato che rappresenta, pur
nella difficoltà del momento legato agli effetti della pandemia da Covid19 sull’economia
dell’Isola, il riconoscimento della credibilità dell’azione portata avanti in questi tre anni dal
Governo Musumeci, e che basta a confutare le critiche di chi ha da farsi perdonare ancora
i disastri della scorsa legislatura. “.
Già l’altra prestigiosa agenzia di rating Moody’s aveva espresso nell’ottobre scorso un
giudizio simile e largamente positivo per il governo regionale, sostenendo che, nonostante
la drammatica crisi economica in atto, si confermava alla Sicilia il rating “Ba1 stabile”, a
sottolineare la stabilità economico-finanziaria della Regione in un contesto particolarmente
difficile.
Crediamo che non ci sia molto da aggiungere.
Nonostante i tentativi del Governo nazionale di stringere il cappio al collo della Sicilia e i
maldestri sforzi dell’opposizione PD e 5 Stelle all’Assemblea Regionale di militare sempre
nella squadra contraria agli interessi siciliani, i riconoscimenti all’operato dell’assessore
Armao e del Presidente Musumeci continuano a tutti i livelli.
Occorrerebbe adesso l’unità della Sicilia intera per rivendicare i diritti costituzionali previsti
dal nostro Statuto e per pretendere parità politica, sociale, economica e infrastrutturale con
il Nord del Paese.
La Sicilia ha dimostrato di avere carte e conti in regola. Adesso lo dimostri l’Italia.

/// Prima pagina

/// Articoli correlati

Il tuo contenuto è stato inviato correttamente.
Riceverai l'url da condividere dopo la pubblicazione