/// Invia un contenuto >>

LE CARTE RISERVATE DI CTS E CABINA DI REGIA SULLA ZONA ARANCIONE PER LA SICILIA

25 Novembre 2020

Rino Piscitello

Sicilia zona arancione

Confcommercio intende chiedere i danni al Governo Conte per aver considerato la Sicilia zona arancione

verbali cts covid sicilia

Il Ministero della Salute è stato costretto da una decisione del TAR a consegnare tutta la documentazione riservata sulla base della quale il 4 novembre, con ordinanza del Ministro Speranza, venne dichiarata la Sicilia zona arancione. Finalmente abbiamo le carte che il governo nazionale voleva ancora tenere riservate.

La decisione del TAR era intervenuta a seguito di un ricorso promosso da Confcommercio Sicilia che aveva impugnato l’ordinanza davanti al TAR del Lazio chiedendone l’annullamento e soprattutto chiedendo di essere messa a conoscenza delle motivazioni che l’avevano determinata. La consegna dei verbali rappresenta un enorme successo della Confcommercio che adesso può apprestarsi a chiedere i danni al Governo nazionale.

La collocazione della Sicilia zona arancione ha infatti comportato la sospensione di ristoranti, bar, gelaterie, pasticcerie e altri commercianti che ne hanno ricevuto danni ingentissimi. Da un primo esame dei verbali si evince che la Sicilia  nella settimana dal 19 al 25 ottobre rispettava quasi tutti gli indicatori e, anche nei casi nei quali ciò non avveniva, altre regioni, poi inserite in zona gialla, erano nelle medesime (se non peggiori) condizioni.

Sembrano rilevarsi numerosi elementi di valutazione discrezionale, se non di vero e proprio pregiudizio. Valuteranno gli esperti che prima non potevano perché immotivatamente i verbali erano stati secretati ed era stata espressa chiara indisponibilità a fornirli.

Noi intanto abbiamo deciso di pubblicarli.

Vorremmo solo aggiungere che, alla luce di queste carte, forse varrebbe la pena di trasformare l’insensata mozione di oggi contro l’Assessore Razza in una dichiarazione di sfiducia dell’intero Parlamento regionale nei confronti del Ministro Speranza.

/// Prima pagina

/// Articoli correlati

Il tuo contenuto è stato inviato correttamente.
Riceverai l'url da condividere dopo la pubblicazione