/// Invia un contenuto >>

LE ‘FRECCE’ (SENZA PONTE) NON ARRIVANO IN SICILIA

5 Dicembre 2023

Redazione

Trenitalia ha presentato ieri, ovviamente a Milano, la sua offerta invernale. Centinaia di ‘Frecce’ (Frecciarossa e Frecciarossa 1000) percorrono l’Italia intera con oltre 200 collegamenti giornalieri.

E centinaia sono anche i Frecciabianca che vengono già considerati obsoleti.

I Frecciarossa in servizio sono circa 110 e i Frecciarossa 1000 50. A questi ultimi se ne aggiungono altri 40 per un investimento di oltre un miliardo di euro.

I Frecciarossa 1000 raggiungono una velocità di 385 chilometri orari.

LE FRECCE (SENZA PONTE) NON ARRIVANO IN SICILIA

Cento sono le ‘Frecce’ in servizio tra Roma e Milano con tempi di percorrenza che da gennaio saranno anche di 2 ore e 45 minuti.

Anche al Sud, pur in numero molto inferiore al Nord, corrono decine di ‘Frecce’ lungo i binari.

16 sono ad esempio quelle che percorrono il tratto tra Reggio Calabria e Roma con tempi di percorrenza tra le 5 e le 6 ore; 8 fanno la spola tra la Calabria e Milano con tempi a partire da 8 ore e 30 minuti.

Tutto questo senza considerare la concorrenza di Italo che, con treni analoghi, assicura un servizio altrettanto diffuso.

Ma in Sicilia questi treni non possono arrivare, come non può arrivare la linea ad alta velocità che consentirebbe una veloce mobilità interna, oltre che da e verso il resto d’Italia.

Un passeggero che prende il treno da Catania o da Palermo per Roma impiega, se va bene, 10 ore, e per Milano almeno 13 ma si può arrivare anche a 20.

E pensare che c’è qualcuno che non vuole il Ponte sullo Stretto che risolverebbe il problema e consentirebbe di far transitare quei treni lungo il territorio dell’Isola.

Pazienza se la Sicilia resta senza ‘Frecce’ e senza alta velocità.

Che i siciliani continuino a pigliare l’aereo a prezzi folli.

/// Prima pagina

/// Articoli correlati

Il tuo contenuto è stato inviato correttamente.
Riceverai l'url da condividere dopo la pubblicazione