/// Invia un contenuto >>

LISTE TRE, SIMBOLI TRENTATRÈ!

LIBERTÀ, AZIONE E STATI UNITI D'EUROPA PIÙ CHE LISTE SONO CONTENITORI

24 Aprile 2024

Rino Piscitello

Le liste che si presenteranno agli elettori sulle schede per le elezioni europee saranno una dozzina. Tre di queste da sole rappresenteranno però insieme ben trentatré partiti e movimenti.

Sono la lista Libertà di Cateno De Luca che raggruppa al suo interno diciannove simboli diversi stabilendo sicuramente un nuovo record, la lista di Azione con Calenda che ne mette insieme altre otto e infine la lista Stati Uniti d’Europa che contiene al suo interno sei simboli.

La situazione è inedita. Il tentativo di raggiungere lo sbarramento del 4% ha fatto sì che alcuni aggirassero il blocco mettendo insieme una miscellanea di forze che a volte non hanno alcuna attinenza tra di loro.

La cosa vale in particolare per la lista di Cateno De Luca che tra i diciannove simboli annovera nordisti e meridionalisti, europeisti e sovranisti e anche semplici vanesi che vogliono semplicemente il loro nome sulle schede.

Per quanto riguarda invece le altre due liste, la questione in verità è addirittura opposta. Si tratta di liste molto simili sia a livello nazionale che a livello europeo. Entrambe le liste sono europeiste e liberaldemocratiche ed entrambe fanno riferimento al gruppo macroniano di Renew Europe. L’unità non è stata però possibile a causa della forte polemica personale esistente tra Carlo Calenda e Matteo Renzi, tra di loro irriducibili. Questo ha determinato che ogni gruppetto per entrare in una delle due liste ha preteso la visibilità del proprio simbolo.

Il populista Cateno De Luca ha invece perseguito un progetto fin dall’inizio fortemente eccentrico. Mettere insieme tante micro forze politiche dichiarando pubblicamente che lo si fa per superare lo sbarramento.

E non hanno quindi alcuna importanza le scelte programmatiche che farebbero i diversi eletti se arrivassero a Bruxelles.

Si spera a questo punto che la semplificazione provvedano a farla gli elettori l’8 e il 9 giugno.

/// Prima pagina

/// Articoli correlati

Il tuo contenuto è stato inviato correttamente.
Riceverai l'url da condividere dopo la pubblicazione