/// Invia un contenuto >>

MA COS’HA FATTO LOMBARDO? COLPA O PREGIUDIZIO

10 Dicembre 2020

di: Rino Piscitello

Raffaele Lombardo

La sentenza slitta al 7 gennaio, ma nessuno capisce bene quale sia il reato.

Raffaele Lombardo

L’ex Presidente della Regione Raffaele Lombardo è costretto da oltre 10 anni a difendersi in Tribunale da una serie di imputazioni assolutamente generiche.

Tutta la sua vicenda processuale risente di questa caratteristica.

È stato prima condannato, poi assolto e infine la Cassazione ha deciso che occorre rifare il processo di secondo grado. La nuova sentenza è stata adesso spostata al 7 di gennaio.

Ma la vera domanda è:  “Cosa ha fatto Lombardo? Quali sono le sue colpe? Sì. Perché dagli atti del processo non si capisce nulla. Se a mille persone chiedi qual è l’accusa contro Lombardo, ti risponderanno in decine di modi diversi.

Di solito sappiamo sempre quali sono le accuse che vengono rivolte ad un individuo che si trova sotto processo. In questo caso no, non si capisce.

L’imputazione di concorso esterno in associazione mafiosa è un’imputazione dalla quale è difficilissimo difendersi perché può essere riconosciuta in qualsiasi comportamento. 

Tutto è basato su dichiarazioni di pentiti che mano mano vengono considerati poco affidabili. Non tocca certo a noi difendere Raffaele Lombardo. Si difende già benissimo nel processo.

Ma non possiamo dimenticare, da sicilianisti, che Lombardo per primo rilanciò l’autonomia speciale siciliana e che quindi i siciliani hanno un debito nei suoi confronti e che contro di lui i pregiudizi sono fortissimi.

Abbiamo grande rispetto per i magistrati. Speriamo però che quando giudicano si esprimano sulle colpe (e quindi sui reati) e non sui pregiudizi.

/// Articoli correlati

Il tuo contenuto è stato inviato correttamente.
Riceverai l'url da condividere dopo la pubblicazione