/// Invia un contenuto >>

MUSUMECI: STABILIZZAZIONE LAVORATORI ASU DOPO 25 ANNI

25 Marzo 2021

Francesco Cimò

Un plauso al Governo regionale e agli assessori Armao e Scavone

Ma quanti padri ha un risultato positivo?

Tutti adesso cercano di attribuirsi il merito della stabilizzazione dei 4571 lavoratori del bacino ASU che da 25 anni aspettano questo momento e che sono spesso fondamentali nella gestione dei comuni e di molti uffici della Regione.

Vi è stato persino qualche deputato che ha fatto una nota attribuendosi il merito e non era neanche presente in aula al momento del voto.

Il merito principale, sotto gli occhi di chi segue le vicende della politica, è invece del Governo regionale che aveva preso un impegno preciso e che ha lavorato con determinazione per raggiungere il risultato.

Ed in particolare del Presidente Musumeci che aveva assunto formalmente quell’impegno e poi degli assessori regionali Armao e Scavone.

Se il merito sta invece nel non essersi opposti, allora tutti hanno diritto a rivendicarlo, ma francamente ci sembra proprio poco.

“Si tratta di una tappa del percorso di stabilizzazione dei precari avviato due anni or sono” – ha dichiarato il Presidente Musumeci.

Per l’Assessore all’Economia Gaetano Armao, “da oggi questi lavoratori, inseriti oltre venti anni fa come supporto agli impiegati regionali, potranno offrire appieno il loro contributo al funzionamento della macchina regionale, cosa che prima gli era negata in quanto non contrattualizzati.” 

«Si chiude così una pagina del precariato storico- dice l’assessore al Lavoro, Antonio Scavone – riconoscendo a migliaia di persone, che da decenni lavorano all’interno di enti pubblici, lo status di lavoratori.

/// Prima pagina

/// Articoli correlati

Il tuo contenuto è stato inviato correttamente.
Riceverai l'url da condividere dopo la pubblicazione