/// Invia un contenuto >>

NAVE ROMANA DEL IV SECOLO A 98 METRI NEL MARE DELLE EGADI

10 Agosto 2021

Nino Piscitello

Assessore Samonà: Incessante ricerca sui nostri fondali

Un nuovo relitto è stato individuato alla profondità di 98 metri nel mare delle Egadi.

La nave, del IV-V secolo d.C., presenta un carico integro di anfore di origine della penisola Iberica.

La scoperta è frutto della campagna di ricerca in corso coordinata dalla Soprintendenza del Mare della Regione Siciliana con la collaborazione con la RPM Nautical Foundation, organizzazione no-profit di ricerca archeologica e l’Università di Malta.

“Questa scoperta è l’ennesima dimostrazione di un lavoro incessante che prosegue sui nostri fondali – dichiara l’assessore regionale dei Beni culturali e dell’Identità siciliana, Alberto Samonà – per scoprire nuovi siti archeologici sommersi e ricostruire le vicende dell’antichità. L’uso sempre più frequente delle nuove tecnologie nel campo della ricerca subacquea ci sta consegnando soddisfacenti risultati aprendo il Mediterraneo ad una lettura più ampia e dettagliata. La scoperta di un nuovo relitto ad alta profondità, dopo quello della nave romana individuata alcuni giorni fa a Isola delle Femmine, conferma l’importanza di intensificare le collaborazioni internazionali. La Sicilia, infatti, – conclude Samonà – è un prezioso scrigno di tesori il cui valore è quello di arricchire di dettagli la narrazione sui movimenti nel Mediterraneo in un tempo in cui la Sicilia si trovava strategicamente al centro di relazioni internazionali, di commerci e scambi”.

/// Prima pagina

/// Articoli correlati

Il tuo contenuto è stato inviato correttamente.
Riceverai l'url da condividere dopo la pubblicazione