/// Invia un contenuto >>

ONOREVOLE DE LUCA, BACIAMO LE MANI!

NUOVI COMICI SI FANNO AVANTI

25 Maggio 2024

Ta.Pe.Ri.

Non può essere un caso. Ci perdoni onorevole De Luca, ma siamo davvero alla perfezione. Ci inchiniamo alla sua infinita fantasia.

Neanche Totò, e certo nessuno dei suoi sceneggiatori, avrebbe potuto immaginare una scena del genere compiersi nel bel mezzo di una campagna elettorale con protagonisti che potessero fregiarsi di nomi veri.

Lungi da noi qualsiasi tentativo di nameshaming e men che mai di surnameshaming, ma un consigliere comunale che si chiama Ciccio Cipolla che bacia la mano a uno che si chiama Cateno non può che rappresentare un capolavoro della letteratura rococò siciliana.

Sappiamo bene che il rococò è uno stile architettonico e non letterario, ma ci troviamo nel regno della straordinaria fantasia del mondo di Cateno De Luca.

L’onorevole Trombetta e Antonio La Trippa sono costretti a riconoscere la loro inadeguatezza e ad abbandonare il campo per manifesta inferiorità.

Libertà si chiama la sua lista e mai nome fu così appropriato. Libertà da tutto, dai modi e dai comportamenti, dalle lingue e sopratutto dal senso comune.

Ma chi è quel cretino che ha pensato, di fronte a quello straordinario baciamano, ad un gesto di sottomissione ed ha addirittura richiamato il film Il Padrino. Niente di più distante. Esattamente l’abisso che c’è tra il serio e il faceto.

Qui siamo di fronte ad un capolavoro della comicità, siamo davanti alla politica a crepapelle.

E poi la sua spiegazione del fatto. La dichiarazione più divertente dell’intera storia della politica internazionale.

“A Messina c’era tanta confusione – ha detto -, per la conferenza stampa, e tanta gente voleva controllare se ero ancora vivo dopo la degenza. Nel tira a destra e manca, il buon Cipolla voleva salutarmi e darmi un bacio. Non riuscendoci, mi ha fatto il baciamano …”.

Continui così, Onorevole De Luca. E sappia che non salteremo neppure un suo spettacolo, nel caso volesse darsi alla comicità pura.

Baciamo le mani, onorevole De Luca! E non dimentichi di salutarci Ciccio Cipolla.

/// Prima pagina

/// Articoli correlati

Il tuo contenuto è stato inviato correttamente.
Riceverai l'url da condividere dopo la pubblicazione