/// Invia un contenuto >>

ORLANDO CHIUSURA INDAGINI A SEI GIORNI DALLE ELEZIONI

MA DAVVERO NON SI POTEVA ASPETTARE LA FINE DELLA CAMPAGNA ELETTORALE?

3 Giugno 2024

Rino Piscitello

Leoluca Orlando, ex sindaco di Palermo

Notifica di conclusione indagini a Catania nei confronti di Leoluca Orlando, indagato nell’inchiesta sulla Rap e sull’Oikos in cui si ipotizzano, a vario titolo, i reati di abusi nella gestione, trattamento e smaltimento di tonnellate di rifiuti. Con lui altri 31.

Non abbiamo alcuna intenzione di entrare nel merito delle indagini. Orlando ha dichiarato di avere piena fiducia nella magistratura. Noi non ci saremmo spinti fino a tanto. Ma nel merito tocca a lui chiarire.

Non apprezziamo il politico Orlando, che ci sembra essersi occupato troppo delle proprie posizioni politiche e troppo poco dei problemi dell’amministrazione.

Ma la questione che qui vogliamo porre è totalmente diversa.

Orlando è candidato alle prossime elezioni europee. A sette giorni esatti dalla data delle elezioni gli è stata inviata la notifica di conclusioni indagini per reati di una certa importanza.

Ce lo siamo chiesti tante volte per candidati di diverse coalizioni e diverse elezioni, e lo chiediamo anche per lui: ma davvero non si poteva inviare la notifica sei giorni dopo aspettando che finisse la campagna elettorale?

Ma è davvero necessario nel momento sacro di una democrazia, ossia il momento elettorale, dare in pasto alla stampa e ai cittadini un candidato che da quel momento sarà costretto a parlare solo delle sue disavventure giudiziarie e non dei temi della campagna elettorale?

/// Prima pagina

/// Articoli correlati

Il tuo contenuto è stato inviato correttamente.
Riceverai l'url da condividere dopo la pubblicazione