/// Invia un contenuto >>

PALERMO CITTÀ IN AGONIA

15 Giugno 2021

Redazione

O dimissioni o sfiducia. Basta che si metta un punto.

Siamo assolutamente convinti che il mandato comunale, a meno di fatti eccezionali, debba durare cinque anni.

A Palermo però siamo certamente arrivati ai fatti eccezionali e li abbiamo ampiamente superati.

La città non ha più una maggioranza, e di fatto non ha più neanche un governo.

La stessa espressione facciale di Orlando in questi ultimi giorni comunica abbandono e rassegnazione.

A tutti i palermitani appare ormai evidente che ci si prepara a un anno intero di campagna elettorale senza un’amministrazione in grado di operare.

Una stagione è terminata e bisogna soltanto prenderne atto. Tutti.

Il primo dovrebbe essere lo stesso Orlando che, prendendo atto del suo fallimento, dovrebbe decidere di terminare il suo mandato in maniera dignitosa evitando l’agonia della città.

Mille bare ai rotoli e la spazzatura agli angoli delle strade, sono soltanto due tra i problemi più visibili.

Il sindaco ha già detto che non intende dimettersi e la parola passa quindi ai consiglieri.

Ieri è iniziata la raccolta di firme per la sfiducia.

Non è la strada migliore, ma probabilmente è l’unica rimasta.

Ci auguriamo che tutti i consiglieri, di qualsiasi provenienza, si rendano conto che Palermo non può più aspettare.

/// Prima pagina

/// Articoli correlati

Il tuo contenuto è stato inviato correttamente.
Riceverai l'url da condividere dopo la pubblicazione