/// Invia un contenuto >>

PONTE SULLO STRETTO. L’EUROPA ORA PUÒ FINANZIARLO

L'OPERA INSERITA FORMALMENTE TRA I PROGETTI PRINCIPALI

26 Aprile 2024

Rino Piscitello

Il Parlamento europeo in seduta plenaria ha approvato in via definitiva, mercoledì scorso a Strasburgo, con 565 voti favorevoli, 37 voti contrari e 29 astensioni, il regolamento sugli orientamenti per lo sviluppo di reti transeuropee di trasporto (Ten-T) che comprende il Ponte sullo Stretto.

Il regolamento include tutti gli aggiornamenti dei piani per la rete di strade, ferrovie, reti navigabili interne e rotte marittime navigabili collegate attraverso porti in tutta l’Unione Europea relative alla reti di trasporto Ten-T.

Tra i progetti italiani è entrato per la prima volta in via ufficiale anche il Ponte sullo Stretto di Messina che diventa quindi tra l’altro a tutti gli effetti un progetto formalmente finanziabile anche da parte dell’Unione Europea.

Un emendamento della deputata europea della Lega Annalisa Tardino aveva inserito in fase negoziale la proposta del Ponte sullo Stretto all’interno della rete Ten-T e aveva chiesto inoltre, come poi avvenuto, anche l’inclusione nelle reti della parte meridionale della Sicilia con i porti di Agrigento-Licata-Gela-Pozzallo-Siracusa e dell’inclusione del porto marittimo di Empedocle.

Dopo la fase negoziale entrambe le proposte sono transitate nella versione definitiva del regolamento approvato dal Parlamento Europeo e che sarà a breve formalmente adottato dal Consiglio della UE ed entrerà in vigore con la pubblicazione nella Gazzetta Ufficiale dell’Unione europea.

/// Prima pagina

/// Articoli correlati

Il tuo contenuto è stato inviato correttamente.
Riceverai l'url da condividere dopo la pubblicazione