/// Invia un contenuto >>

PONTE SULLO STRETTO: MINISTRO CINGOLANI IMPREPARATO E CON PREGIUDIZIO

7 Aprile 2021

Rino Piscitello

Confessa di non aver studiato

Il Ministro della Transizione ecologica, Roberto Cingolani, che riporta come nome del suo ministero l’invenzione buffa del comico Peppe Grillo, confessa, in un’intervista a Radio Capital, di non conoscere il progetto del Ponte e di essere comunque perplesso.

Confessando ignoranza e preconcetto, il Ministro non si ferma lì.

Si lancia in una disquisizione sulla sismicità dei luoghi, come se nella progettazione potessero non averne tenuto conto e poi rilancia la teoria che tanto piace ai contrari: meglio fare le infrastrutture fondamentali in Sicilia e in Calabria.

Si tratta di una colossale sciocchezza. Intanto perché il Ponte renderebbe indispensabile il completamento di quelle infrastrutture e poi perché alcune di quelle infrastrutture non possono essere realizzate senza il Ponte.

Facciamo l’esempio dell’Alta Velocità ferroviaria. Con il Ponte è possibile farla arrivare in Sicilia garantendo le velocità previste di oltre 300 km l’ora, anziché il surrogato/truffa inferiore ai 200 km orari.

Cingolani, quando non ha studiato, farebbe meglio a tacere.

I siciliani vogliono il Ponte anche per non essere più cittadini di serie B.

/// Prima pagina

/// Articoli correlati

Il tuo contenuto è stato inviato correttamente.
Riceverai l'url da condividere dopo la pubblicazione