/// Invia un contenuto >>

PREMIATE LE 10 START-UP CON LE MIGLIORI PROPOSTE

3 Agosto 2021

di: Nino Piscitello

Diecimila euro di finanziamento ciascuna

Un’applicazione che consenta un car sharing per il trasporto di persone con invalidità e difficoltà motorie, una piscina che offra attività riabilitative per ogni tipo di disabilità, un nuovo social network che aggreghi gli utenti per affinità di interessi, la creazione di nuovi prodotti biologici attraverso la fermentazione. Sono alcune delle dieci migliori proposte di autoimprenditorialità presentate da giovani siciliani, vincitrici del concorso “La tua idea di impresa in Sicilia” bandito dalla Presidenza della Regione Siciliana e dall’Irfis.

Una pergamena a ciascun progetto inserito in graduatoria è stata consegnata ieri pomeriggio al PalaRegione di Catania, durante una cerimonia con il presidente della Regione Siciliana, Nello Musumeci e il presidente dell’Irfis, Giacomo Gargano.

Ogni progetto selezionato riceverà un finanziamento di diecimila euro da parte dell’Irfis. 

«Stimolare la creatività dei giovani e incrementare la cultura dell’autoimprenditorialità – ha detto il presidente della Regione Siciliana, Nello Musumeci – sono gli obiettivi per i quali abbiamo immaginato un concorso sul migliore progetto d’impresa in Sicilia, affidato ai giovani neolaureati. La risposta è stata davvero entusiasmante: quaranta le proposte pervenute, tutte di pregio. Dieci saranno direttamente sostenute finanziariamente dalla nostra Irfis – ha concluso Musumeci, altre potranno esserlo dopo una ulteriore valutazione.».

«Ancora una volta – ha aggiunto Giacomo Gargano – il governo regionale ha voluto affidare all’Irfis una missione importante. I progetti presentati testimoniamo la bontà dell’iniziativa e della nostra missione, stimolare le imprese che già sono sul mercato e rivolgerci a nuovi imprenditori, alle startup, alle imprese femminili che hanno più difficoltà a entrarvi». 

/// Articoli correlati

Il tuo contenuto è stato inviato correttamente.
Riceverai l'url da condividere dopo la pubblicazione