/// Invia un contenuto >>

QUELLA SICILIA IRREDIMIBILE CHE UN GIORNO DIVENTERÀ BELLISSIMA

29 Giugno 2021

Rino Piscitello

L’ottimismo e il pessimismo convivono nei siciliani che amano la loro terra

Qualche giorno fa il Presidente della Regione, Nello Musumeci, stimolato dalle domande dei giornalisti Giacinto Pipitone del Giornale di Sicilia e Mario Barresi della Sicilia, ha dato una sua risposta al dilemma tra il pessimismo di Leonardo Sciascia che lo porta nel 1988 (un anno prima della sua morte) a definire la Sicilia irredimibile e l’ottimismo di Paolo Borsellino che nei giorni precedenti alla strage ricorda ai giovani che “Un giorno questa terrà diventerà bellissima”.

Musumeci risponde che vi sono giorni nei quali in ognuno di noi prevale la rassegnazione di Sciascia e giorni nei quali prevale la speranza di Borsellino che è quella che alla fine tutti dobbiamo fare prevalere.

È un’osservazione più che condivisibile che sollecita ulteriori riflessioni.

Il pessimismo di Sciascia e l’ottimismo di Borsellino convivono nei siciliani che vogliono cambiare la loro terra e sono ignorati invece da coloro che non avvertono l’appartenenza all’isola.

Sono due sentimenti utili entrambi alla Sicilia che vorremmo e che non costruiremo in un solo giorno.

Solo la rabbia derivata dalla rassegnazione riesce a coltivare la speranza e a tenere in piedi un sogno.

Sciascia e Borsellino sono due siciliani, entrambi espressione della nostra identità, che hanno tentato disperatamente di cambiare la loro terra e hanno pagato questo desiderio l’uno con grandi delusioni e l’altro addirittura con la vita.

Ma quella voglia di cambiamento, quel coraggio intellettuale di chi si pone domande che non hanno risposte facili, hanno prodotto mutamenti profondi che vanno custoditi da chi non vuole lasciare l’isola e non vuole che la lascino i propri figli e i propri nipoti.

Ecco chi sono i siciliani che vogliono cambiare la loro terra: sono quelli che in ogni momento la considerano un po’ irredimibile, ma, per la miseria, hanno anche in ogni momento la consapevolezza che un giorno diventerà bellissima.

/// Prima pagina

/// Articoli correlati

Il tuo contenuto è stato inviato correttamente.
Riceverai l'url da condividere dopo la pubblicazione