/// Invia un contenuto >>

RAPPORTO TERAPIE INTENSIVE E IMMUNIZZAZIONI

2 Settembre 2021

Umberto Riccobello

Dati ultimi 30 giorni nel rapporto vaccinati/non vaccinati

A prescindere da quello che ognuno ritiene di fare relativamente al vaccinarsi o meno, consultare i numeri veri può essere utile per prendere una decisione.

Secondo dati dell’Istituto Superiore della Sanità, in Italia nella fascia d’età tra i 12 e i 39 anni i non vaccinati sono il 50,79% mentre i ricoverati in terapia intensiva non vaccinati sono il 91,94%. Nella stessa fascia d’età, i vaccinati con una sola dose sono il 22,43% e i ricoverati in terapia intensiva il 6,45%. I vaccinati con due dosi, sempre nella fascia d’età 12/39 anni, sono il 26,78% e i ricoverati in terapia intensiva vaccinati con due dosi sono l’1,61%. La differenza è davvero impressionante.

Veniamo adesso alla fascia d’età tra i 40 e i 59 anni: i non vaccinati sono il 29,98% della popolazione, i ricoverati in terapia intensiva non vaccinati sono invece l’89,57%. Nella stessa fascia d’età, i vaccinati con una sola dose sono il 12,83% e i ricoverati in terapia intensiva sono il 4,27%. I vaccinati con due dosi, sempre nella fascia d’età 40/59 anni, sono il 57,2% e i ricoverati in terapia intensiva sono il 6,16%. Anche qui la differenza è davvero impressionante.

Per quanto riguarda la fascia d’età tra i 60 e i 79 anni i non vaccinati sono il 14,83%, i ricoverati in terapia intensiva non vaccinati il 77,78%. I vaccinati con una sola dose sono il 9,44% e i ricoverati in terapia intensiva con una dose il 5,21%. I vaccinati con due dosi, sempre nella fascia d’età 60/79 anni, sono il 75,73% e i ricoverati in terapia intensiva vaccinati il 17,01%. Anche qui la differenza è enorme.

In ultimo, la fascia d’età over 80. I non vaccinati sono il 6,83% della popolazione italiana, i ricoverati in terapia intensiva non vaccinati sono invece il 46,88%. Nella stessa fascia d’età, i vaccinati con una sola dose sono il 2,51% e i ricoverati in terapia intensiva il 3,12%. Per finire, i vaccinati con due dosi, sempre nella fascia d’età over 80, sono il 90,66% e i ricoverati in terapia intensiva vaccinati con due dosi sono il 50%. Anche qui, ancora una volta, una grande differenza.

Questi sono i numeri. Tutti a favore della popolazione.

Ognuno faccia poi le proprie valutazioni.

/// Prima pagina

/// Articoli correlati

Il tuo contenuto è stato inviato correttamente.
Riceverai l'url da condividere dopo la pubblicazione