/// Invia un contenuto >>

RENDICONTO 2023, SCHIFANI SOLLECITA DIPARTIMENTI

CON MINACCE DI REVOCA DELL'INCARICO

17 Maggio 2024

Nino Piscitello

Renato Schifani

Entro venerdì prossimo, 24 maggio, tutti i dipartimenti regionali dovranno far pervenire alla Ragioneria generale i dati propedeutici necessari alla predisposizione del Rendiconto generale 2023.

Lo prevede una circolare firmata dal presidente della Regione, Renato Schifani, con la quale si chiede con energia a tutte le strutture della Regione ad accelerare sul completamento delle procedure, necessarie per la chiusura del documento finanziario.

Finché il Rendiconto 2023 non sarà pronto, non sarà possibile procedere allo sblocco di altri pagamenti da parte della Regione, nonché allo sblocco di una serie di provvedimenti legati alla regolarità dei documenti contabili.

La lentezza e la superficialità di alcuni dipartimenti porta evidentemente Schifani ad arrivare fino alle non tanto velate minacce di rimozione.

Ancora una volta Schifani usa toni alti nei confronti dei dirigenti della Regione ribadendo che Il mancato rispetto dei tempi sarà considerato grave inadempienza dirigenziale e diventerà oggetto di apposita valutazione da parte della giunta regionale per l’eventuale applicazione di sanzioni, compresa la revoca dell’incarico.

Nelle scorse settimane, il governatore aveva stigmatizzato la mancata chiusura del riaccertamento dei residui, convocando in giunta i dirigenti generali dei dipartimenti in ritardo nell’adempimento.

Un intervento che si è rivelato decisivo nella conclusione delle procedure con il contestuale sblocco della spesa pari a due miliardi di euro.

/// Prima pagina

/// Articoli correlati

Il tuo contenuto è stato inviato correttamente.
Riceverai l'url da condividere dopo la pubblicazione