/// Invia un contenuto >>

SEDICENNE PESTATO A PALERMO.

ORA BASTA CON IL BUONISMO. INASPRIRE FORTEMENTE LE PENE.

24 Aprile 2024

Redazione

sedicenne

La scorsa notte di Sabato a Palermo, accanto al Teatro Massimo un sedicenne è stato aggredito e picchiato violentemente.

L’aggressione gli ha causato la frattura della mandibola (motivo per il quale dovrà essere sottoposto ad una operazione chirurgica) ed ematomi vari. I medici hanno stabilito una prognosi di 15 giorni.

I carabinieri stanno passando al setaccio tutte le telecamere di sorveglianza della zona.

Sembra che un ragazzo lo abbia urtato pesantemente e alle proteste del sedicenne abbia poi risposto con un pugno. A quel punto sarebbero intervenuti amici dell’aggressore che hanno continuato il pestaggio.

Le aggressioni e i pestaggi sono ormai diventati un problema vero, soprattutto per la sostanziale impunità degli aggressori.

Pochi giorni fa è stato aggredito e derubato un turista tedesco.

E risse ed aggressioni si susseguono ad un ritmo quasi quotidiano. Passeggiare è diventato un pericolo non indifferente.

Questi episodi scoraggiano il turismo e soprattutto limitano la libertà di movimento e creano angoscia tra le famiglie, in particolare degli adolescenti.

L’unica soluzione sta in un forte inasprimento delle pene che spaventi i responsabili e considerando il reato di aggressione passibile di una pena in nessun caso inferiore ai 5 anni nel caso la vittima dell’aggressione subisca lesioni anche minime e considerando esistente in ogni caso il rischio di reiterazione del reato.

/// Prima pagina

/// Articoli correlati

Il tuo contenuto è stato inviato correttamente.
Riceverai l'url da condividere dopo la pubblicazione